Google+

Rimsha liberata e trasferita in una località segreta: «Temo che possano uccidermi»

settembre 12, 2012 Leone Grotti

Rimsha Masih, ragazzina cristiana accusata di blasfemia in Pakistan e liberata, e il padre Mizrak hanno rilasciato dichiarazioni. Rimsha: «Sono spaventata». Il padre: «Cristo ci ha portato la salvezza».

Rimsha Masih (nella foto col volto coperto), cristiana pakistana di circa 14 anni accusata ingiustamente di blasfemia, è stata rilasciata dal carcere su cauzione di 10.500 dollari venerdì scorso. Sabato è stata trasferita in elicottero dal carcere di massima sicurezza di Adiala nella città di Rawalpindi, Punjab, alla caserma femminile nel quartier generale della polizia. Qui è rimasta insieme con la sua famiglia fino ad oggi pomeriggio, quando è stata trasferita dalla polizia in un’altra località sconosciuta per ragioni di sicurezza.

«HO PAURA». Rimsha, infatti, era stata in modo poco velato minacciata di morte da estremisti islamici nel caso che il tribunale non l’avesse condannata per blasfemia. Oggi la ragazzina cristiana ha dichiarato alla Cnn di «essere spaventata e di temere che qualcuno mi possa uccidere». Alla domanda se sia stata accusata ingiustamente si è limitato a rispondere «sì», negando di aver mai bruciato pagine del Corano, il motivo per cui un vicino l’aveva denunciata.

«NON SIAMO BLASFEMI». Anche il padre di Rimsha, Mizrak, ha rilasciato dichiarazioni, affermando: «Noi rispettiamo il Corano proprio come rispettiamo la Bibbia. Non possiamo neanche immaginare di commettere un atto di blasfemia e i nostri figli neppure». Il caso di Rimsha non è ancora risolto ma le speranze per un’assoluzione sono molte visto che la polizia ha arrestato un imam, accusandolo di aver falsificato le prove contro la cristiana.

«GRAZIE A CRISTO». In alcune dichiarazioni rilasciate ad AsiaNews, Mizrak ha raccontato: «Quando ho saputo dell’accusa – che ha determinato anche la fuga di 600 famiglie cristiane dal sobborgo della capitale dove vivevano – mi è cascato il mondo addosso. Ho avuto paura. Ora però sono felice. La speranza e la fede in Cristo sono forti ed è lui che ci ha portato la salvezza attraverso il lavoro del ministro Bhatti e di quanti si sono impegnati per ottenere la libertà di mia figlia».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana