Google+

Poletti: «La concertazione di Renzi credo che non esista»

marzo 24, 2014 Chiara Rizzo

Il ministro del Lavoro: «Ok al dialogo, ma poi dev’essere il governo a decidere e ad essere giudicato».

«La concertazione di Renzi credo che non esista». Ad affermarlo è il ministro del Lavoro (ex presidente di Legacoop) Giuliano Poletti, ai microfoni di Agorà, su Rai 3. Poletti ha spiegato che il governo vuole andare avanti nei suoi progetti di riforma del lavoro e di tagli ai costi della macchina pubblica – con la sforbiciata agli stipendi dei manager pubblici in primis – e che «È nostra intenzione confrontarci e dialogare, ma alla fine il governo decide, si prende le sue responsabilità e i cittadini lo giudicano per quello che fa. Esiste un confronto, bisogna discutere, ascoltarsi, confrontarsi, ma la cosa che dev’essere chiara è che quando è l’ora di decidere, il governo decide».

RIFORMA DEL LAVORO. Poletti ha risposto così alla domanda su cosa pensasse o replicasse alle critiche arrivate alla riforma del lavoro da parte del segretario generale della Cgil Susanna Camusso, e a quelle più generali sulle ultime iniziative del governo Renzi, provenienti dal presidente di Confindustria Giorgio Squinzi: «Se sono scontenti un po’ di qua e un po’ di là, abbiamo fatto bene» ha scherzato. Poi sul superamento della legge Fornero ha dichiarato: «Un legge si giudica dagli effetti. Saremo pragmatici, se non funziona interverremo. Io sono d’accordo a dare più forza ai contratti aziendali. Serve un contratto nazionale con i fondamentali. Poi bisogna dare la possibilità alle aziende e alle componenti sindacali di discutere direttamente su ciò che accade concretamente nelle imprese».

CASO MORETTI. Poletti non è voluto entrare nel merito della polemica montata venerdì 21, dopo le parole dell’ad di Ferrovie Stato Mauro Moretti (uno stipendio da 870mila euro l’anno), molto critico sui tagli promossi da Renzi agli stipendi dei manager pubblici: «Moretti ha una sua opinione e io di solito non commento, ma sono d’accordo con Renzi quando parla dell’iniquità dei super stipendi. Il problema in termini generale esiste». Ricordando che esiste già una legge che fissa un tetto per i dirigenti della P.a., Poletti ha detto che «Va applicata, se non ha avuto effetto bisognerà intervenire e trovare un punto di equilibrio tra componente pubblica, imprenditoriale e trattamento economico».

 

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana