Google+

Nona, arcivescovo iracheno: «È dal 2003 che non passavamo una Pasqua così bella»

aprile 11, 2012 Leone Grotti

L’arcivescovo di Mosul Amel Nona nega a tempi.it le notizie di esplosioni e uccisioni di cristiani, che si sarebbero verificate negli ultimi giorni secondo l’agenzia Dpa e Avvenire, e al contrario afferma: «Qui ci sono segnali positivi, erano anni che non celebravamo una Pasqua così. È un bene per l’Iraq che l’America si sia ritirata».

«Non so nulla di esplosioni né del rapimento e uccisione di un cristiano qui a Mosul. Se fosse successo, ne sarei a conoscenza». L’arcivescovo di Mosul Amel Nona smentisce così a tempi.it la notizia diffusa dall’agenzia tedesca Dpa, e ripresa anche da Avvenire, della morte di sei persone a Mosul, Iraq, 400 km a nord della capitale Baghdad. Nell’articolo si parla anche di «una nuova escalation di violenza alimentata da odio settario, soprattutto dopo il completamento del ritiro delle truppe statunitensi, a dicembre scorso», ma l’arcivescovo al contrario afferma: «Dopo tanti anni, per la prima volta le cose stanno migliorando».

Come hanno passato i cristiani la Pasqua a Mosul?
Questa volta è stato diverso rispetto agli altri anni: l’abbiamo vissuta bene, come non succedeva dal 2003 (quando gli Usa sono entrati in Iraq il 20 marzo, ndr). La gente, quella che non se ne è andata dal paese (in città rimangono appena 1500 famiglie di cristiani, ndr), si è recata in massa nelle chiese. Solo in quelle aperte, ovviamente. Abbiamo potuto anche celebrare la Messa di sera, cosa che non succedeva da tempo. È dal 2003 che non passavamo una Pasqua così bella.

Eppure i cristiani sono sempre sotto attacco in Iraq.
Sì, ma quelli che sono rimasti nutrono ancora la speranza che il paese possa migliorare. Qui a Mosul, ad esempio, ci sono dei segnali positivi: il livello della sicurezza è migliorato anche se, ovviamente, c’è ancora molto da fare. Non solo. Vedere tanta gente che piena di speranza frequenta la chiesa in questi giorni ci ha dato una grande fiducia di potere restare in questa terra e testimoniare la nostra fede. Speriamo che il nostro futuro sia luminoso.

A dicembre gli americani se ne sono andati. La situazione è migliorata o peggiorata?
Peggiorata no. I gruppi armati che combattevano gli americani ora non hanno più niente da fare e hanno cessato la guerriglia, che lasciava sempre sul campo vittime civili innocenti. È meglio che ci abbiano lasciati soli perché così possiamo decidere del nostro futuro senza i militari. Da questo punto di vista, è stato positivo per l’Iraq che gli americani se ne siano andati.
twitter: @LeoneGrotti

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

Al Motor Bike Expo di Verona, dal 18 al 21 gennaio, Metzeler si presenta con una limited edition del suo pneumatico più custom: si chiama Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall

L'articolo Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall: più colore al custom proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download