Google+

Negri: Si abbia il coraggio di denunciare l’islamismo. Il coraggio è un aspetto della testimonianza cristiana

agosto 20, 2014 Redazione

Articolo dell’arcivescovo di Ferrara. «C’è una grande difficoltà a una denuncia esplicita. Questo mondo islamico che, ci piaccia o no, ha la responsabilità storica di questi eventi»

Oggi l’editoriale di prima pagina del Giornale (“Non possiamo dialogare con tutti”) porta la firma di monsignor Luigi Negri, arcivescovo di Ferrara-Comacchio che nei giorni scorsi ha esposto sull’arcivescovado il simbolo dei cristiani perseguitati iracheni.
«È un fatto enorme – scrive Negri – questo gigantesco esodo di massa di cristiani espulsi dai luoghi dove da millenni era radicata la presenza cristiana, esclusivamente perché cristiani. Quindi per quello che la tradizione cristiana chiama l’odio della fede. E questo deve essere detto esplicitamente: non sono soltanto buttati fuori dalle loro case, privati di tutti i loro beni, privati di tutti i loro diritti e quindi della possibilità di sussistenza; ma la ragione di tutto questo è la fede». E questo, scrive l’arcivescovo, «i cristiani, la Chiesa, non possono non sentirlo come un evento terribile e insieme grandioso, perché è l’evento del martirio».

DENUNCIA ESPLICITA. Negri riprende le parole di papa Francesco e l’intervento sull’Osservatore Romano del cardinale Kurt Koch per osservare che «non si capisce perché alcune cose vengano chiamate Shoah e per questo non venga usato lo stesso termine, che dice di una spaventosa e dissennata ideologica violenza contro l’altro semplicemente perché ha una posizione religiosa diversa dalla propria». Il problema, dice Negri, «è che c’è una grande difficoltà a una denuncia esplicita. (…) Dovremmo essere più coraggiosi nella denuncia. Il coraggio è un aspetto della testimonianza cristiana, è un aspetto fondamentale dell’impatto con la realtà del mondo e degli uomini che ci vivono. Queste responsabilità dunque devono essere dette e proclamate, altrimenti anche le denunce e la volontà di condividere la situazione tremenda di tanti nostri fratelli rischiano di essere parziali».

DIALOGO SENZA VERITA’. Gli occidentali, osserva l’arcivescovo, rischiano di «nascondere o quanto meno di ridurre l’impatto con questo mondo islamico che, ci piaccia o no, ha la responsabilità storica di questi eventi oggi come lungo i secoli che hanno preceduto questo ultimo. Forse c’è una prevalenza della volontà di dialogo a ogni costo che deprime la verità. E un dialogo senza la verità o che non parta dalla verità non è un dialogo: è un compromesso, è una connivenza, è un’ignavia». Per questo, conclude Negri, l’Occidente non deve ricadere nell’errore che commise «nei confronti della terribile vicenda hitleriana. (…) Non avere il coraggio di questa denuncia è esattamente nella misura della debolezza della fede. Il resto finisce per essere solo vaniloquio. La Chiesa non ha bisogno di vaniloqui e, per quel che mi risulti, neanche Dio».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

36 Commenti

  1. michele scrive:

    Negri, come Scola e Cafarra, vengono, direttamente o indirettamente, dalla gramde scuola di cristianesimo che era don Luigi Giussani, ultimo grande ambrosiano del XX sec.

  2. Pippo scrive:

    un vescovo anti cristiano. vada a fare le crociate

    • Daniele Ridolfi (Sentinella in Piedi) scrive:

      Mons. Negri sarebbe un Vescovo anti-cristiano??? Ma per favore!!!
      Fa bene, anzi benissimo, a dire che gli islamisti (cioè i fanatici dell’Islam, coloro che incitano i popoli arabi e mediorientali alla Jihad, cioè alla Guerra Santa, contro i cristiani) sono i responsabili di ciò che sta accadendo in Iraq. Se c’è qualcuno che sta compiendo una crociata, costui non è Mons. Negri o qualche cristiano, ma sono i fanatici islamisti dell’Isis, che radono al suolo i villaggi cristiani iraqeni, che decapitano gli uomini ivi residenti, che stuprano le donne cristiane e che ammazzano i bambini.

    • ftax scrive:

      Che razza di commento sarebbe? Ma l’hai letto l’articolo?

    • mike scrive:

      e tu fatti una bella dormita o una doccia fredda.

    • diabolik scrive:

      Cattolici state attenti, che l’inquisitore pippo vi scomunica se siete contrari all’islamismo !

    • beppe scrive:

      PIPPO, e tu sai cosa ti devi fare ( ma non qui , perchè sporcheresti).

    • Charlie scrive:

      Perchè i Papi e i Vescovi che le hanno promosse erano anti-cristiani ?

  3. Giuseppe scrive:

    Pippo, il classico cristiano “adulto”. Questo tipo di personaggio di solito nel dizionario ha solo tre parole: laicità, democrazia, dialogo. Le usa in continuazione ma non sa che cosa significano. Però politicamente è correttissimo. Si dice “cattolico praticante” ma pratica di tutto tranne quello che dicono il catechismo e il Papa. Crede di conoscere la storia, specialmente le crociate, e le cita in continuazione, e ciò è apprezzato nei salotti buoni. Segue tutti i falsi profeti, soprattutto quelli autoproclamatisi tali e sempre presenti sui maggiori canalo televisivi e sui giornaloni. Speriamo che prima o poi la realtà e la storia (quella vera) lo facciano rinsavire. Preghiamoci su.

    • Pippo scrive:

      ma voi di cielle sapete solo usare a memoria le stesse frasi, parole e definizioni? lavaggio del cervello o solo miseria intellettuale? Ps: non sono cattolico mi dispiace, hai sprecato sette righe del tuo tempo

      • Giuseppe scrive:

        Non ho sprecato niente. Non sono mai sprecati tempo ed energie per cercare di far ragionare il Pippo di turno. Tra l’altro, non sono ciellino, e ciò dimostra, una volta di più, che parli per slogan, per frasi fatte e per sentito dire (in parole povere : a vanvera). Stammi bene! Passo e chiudo.

      • Filippo81 scrive:

        Meno male Pippo, se esistessero Cattolici come te io diventerei ateo materialista pur di non essere sulla tua stessa barca,,,,, ah ah ah Non capisco poi sta mania psicotica di tirare in ballo sempre CL….Della serie ;chi ha vinto l’ultimo Giro di Francia ? Risponde Pippo:Boh ,e che roba è?…..Pero posso dirti che questi di CL ,però…… ah ah ah

  4. Clo scrive:

    Qto sono d’accordo con questo uomo, forse siamo parenti alla lontana, sento lo stesso approccio ontologico e fenomenologixo al reale.

    ( 😀 )

  5. Aldo Cannavò scrive:

    Ritengo importante spiegare ai fondamentalisti che tutte le religioni adorano lo stesso Dio,pur con culti diversi e chiamandolo con nomi diversi.Bisogna fare una battaglia culturale contro il fanatismo religioso.Dio non può accettare che le sue creature vengano perseguitate ed uccise nel suo nome,come un padre non desidera che i suoi figli si odino fra loro.La cattiva interpretazione delle scritture avviene per influenza del Demonio,che ha per scopo la diffusione dell’odio e della divisione.Ritengo necessario far propaganda attraverso internet,le radio,televisioni e stampare volantini da spargere sui luoghi dove avvengano i conflitti,che spieghino pure che l’occidente cristiano accoglie milioni di mussulmani dando loro la libertà di culto e di costruire moschee ed è giusto che i mussulmani facciano altrettanto con i cristiani ed i fedeli di altre religioni.

    • michele scrive:

      Dio ha creato tutti gli uomini, ma le religioni non rendono culto al medesimo dio. La Trinità non è Allah.

    • Andrea UDT scrive:

      Gentile Cannavò,

      diamo una occhiatina al corano:

      (coloro che non si sottomettono all’Islam), costoro sono “gli inveterati nemici” dei musulmani
      [Sura 4:101].

      I musulmani devono “arrestarli, assediarli e preparare imboscate in ogni dove”
      [Sura 9:95].

      I musulmani devono anche “ circondarli e metterli a morte ovunque li troviate, uccideteli ogni dove li troviate, cercate i nemici dell’Islam senza sosta”
      [Sura 4:90].

      “Combatteteli finché l’Islam non regni sovrano”
      [Sura 2:193].

      “tagliate loro le mani e la punta delle loro dita”
      [Sura 8:12]

      Se un musulmano non si unisce alla guerra, Allah lo ucciderà
      [Sura 9:93].

      I musulmani devono far guerra agli infedeli che vivono intorno a loro
      [Sura 9:123]

      I musulmani devono essere “brutali con gli infedeli”
      [Sura 48:29]

      “Essi (gli infedeli) devono essere uccisi o crocefissi e le loro mani ed i loro piedi tagliati dalla parte opposta [Sura 5:33]

      Il testo è chiaro, altro che “cattiva interpretazione delle scritture per influenza del Demonio”

      Ammesso e concesso che esista un Dio, se è così schizzofrenico da mandare prima il figlio a farsi mettere in croce per la nostra salvezza, poi un angelo a dettare queste porcherie a maometto, beh… preferisco Zeus o il panteismo di qualche aborigeno.

      • Sergio scrive:

        Tutto corretto e ben citato, Andrea. Sono meno d’accordo sulla conclusione. Dio si è rivelato a noi con Cristo e ci ha mostrato cosa siano amore e misericordia. Ci ha chiesto di considerarci fratelli, figli di un solo Padre. E’ arrivato più in là dei giusti di ogni tempo chiedendoci di amare i nemici e di pregare per i persecutori. Non ha ucciso nessuno, a differenza di Maometto e meno che mai ha predicato di farlo in nome di Dio Padre, dal Quale veniva e con il Quale operava. E’ morto crocifisso per tutti coloro che vorranno affidarsi alla Sua misericordia ed è risorto. Nessuno, in nessuna religione, mai ha fatto e detto queste cose. Cristo è vivo ed opera ancora attraverso segni e miracoli che i Cattolici, oggi, sono in grado di proporre a chiunque. Dio esiste e Cristo è i Suo vero Volto. Guardiamo a Lui e saremo raggianti. Io rispetto chi crede con amore, anche nell’ Islam e che non ucciderebbe mai un suo simile (e ce ne sono tanti, la maggioranza). Tuttavia è chiaro che è il Corano stesso a giustificare ciò che sta succedendo. Dunque queste parole non possono venire da Dio e questo culto è fallace, perché non conosce la natura dell’amore. Questo è il problema. E solo Dio lo risolverà. A noi non resta che affidarci a Cristo. Sempre. Fino alla fine del mondo.

    • Giovanni scrive:

      Non è vero che le religioni hanno lo stesso Dio ma si differenziano solo per i culti e per i nome. Noi guardiamo a Gesù Cristo che non ha mai fatto del male ha nessuno, ha fermato la mano di chi lo voleva difendere nell’orto degli ulivi ed è morto tra indicibili sofferenze per noi. I mussulmani hanno come esempio Maometto che ha fatto un numero incredibile di guerre (oltre 60) ha avuto anche molte mogli, era ricco, ecc. Non mi sembra proprio la stessa cosa con un nome diverso.

  6. angelo scrive:

    l’islamismo è il nazismo di oggi, con tutta la atroce barbarie di cui è capace e che secoli di difesa dell’Europa ci hanno consegnato. Basta balle, leggetevi l’articolo di Elham Manea su nbq e su tempi. Basta con l’odio e le menzogne insegnate a scuola magari a spese nostre. Basta farci prendere per il sedere. Chi viene in Italia e in Europa deve condividere lo spirito europeo o per lo meno non esservi ostile. Altrimenti fuori!

    • filomena scrive:

      Il problema è che molti qui a Tempi non condividono neppure lo spirito europeo perché vorrebbero uno stato etico e confessionale sia pure di impronta cristiana

      • michele scrive:

        Ma per favore…dovevi nascere nel XVI secolo, così capivi la differenza.

      • franz scrive:

        Il problema è che filomena parla di uno spirito europeo senza ricordare cosa è e cosa è stata l’europa , o forse lei ama lo spirito europeo – massonico.
        Povera europa – eurabia

  7. akille scrive:

    ma quelli che scrivono in questo blog hanno mai letto ciò che dissero e scrissero ampiamente su questo argomento Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco??

    Non scrivereste ciò, se almeno, almeno…vi confrontaste con quanto hanno detto i papi.

  8. Cisco scrive:

    Grande Mons Negri! Con la sua solita lucidità – citando Il papa e il cardinale Koch – manda in soffitta tutti quei sedicenti cattolici che non trovano di meglio da fare che criticare il papa e il Vaticano, quando la figura di cacca la sta facendo l’Occidente, dalla schizofrenica politica USA che prima finanzia e poi combatte talebani e jihadisti, fino alla totale inerzia europea.

    • pietro scrive:

      Concordo pienamente!

    • Aldo Cannavò scrive:

      Cisco, considera però che il governo USA non agisce in nome della religione,come fanno i fondamentalisti islamici.Anzi bisogna informare che i ministri americani agiscono solo per mantenere la loro egemonia politica ed economica.Purtroppo vengono considerati dai mussulmani come cristiani ma la maggiorparte sono atei,anche se spesso lo dissimulano.

  9. laura scrive:

    Tralasciando di soffermarci sugli stravaganti commenti che tanto non mancano mai, cerchiamo di ricordare come nel 1683 fu bloccata l’avanzata del’islam alle porte di Vienna per intercessione di Maria e come questo evento segno’ la nostra civiltà

  10. andrea scrive:

    Prima che Saddam Hussein fosse deposto i cristiani non erano perseguitati. Poi gli USA, sostenuti dai NeocCons e TeoCons(tra cui Tempi.it e monsignor Negri) attaccarono l’ Iraq rovesciando Saddam, e da allora i cristiani vengono perseguitati. Sarebbe meglio che taceste!

    • michele scrive:

      Il 2003 erano altri tempi. Gli errori si pagano, ma le teorie neocon almeno avevano una visione globale dei rapporti internazionali.

  11. Aldo Cannavò scrive:

    Il comportamento dei fondamentalisti islamici dimostra la loro sbagliata interpretazione del Corano e la loro disinformazione sull’accoglienza che i paesi cristiani offrono ai loro correligionari che si ricostruiscono una vita dignitosa nelle loro terre.Non basta deplorare le aggressioni,bisogna informare attraverso i media: televisione,radio,giornali,internet e stampare divulgare, anche col lancio da aerei,volantini informativi con le statistiche riguardanti l’accoglienza dell’ occidente, che lascia ai mussulmani il diritto di culto e di costruire moschee.Si deve pure spiegare che qualsiasi crimine in nome di Dio chiede la sua vendetta poichè, essendo padre di tutta l’umanità,a qualsiasi religione appartenga,non può accettare che le sue creature si combattano fra loro.Qualsiasi persecuzione è quindi soltanto opera demoniaca.

    • michele scrive:

      Come potevi leggere sopra, purtroppo il fondamento coranico c’è. E se si integrassero veramente, non si arruolerebbero come vediamo.

  12. Ivana marzocchi scrive:

    Ma il Papa non potrebbe pronunciare questa condanna?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana