Google+

Mantovano: «La sentenza sulla legge 194? Il fronte pro life ha perso un’occasione»

giugno 22, 2012 Benedetta Frigerio

Intervista a Mantovano (Pdl): «Dobbiamo giocare in attacco per difendere il diritto alla vita. Se ci mostriamo indecisi la legge sull’aborto non potrà mai essere rivista».

«Abbiamo perso un’occasione. Se non si comincia a giocare in attacco per la difesa della vita la cultura radicale, che non smette di colpire, prenderà sempre più spazio». Così Alfredo Mantovano, senatore del Pdl e magistrato, rivela a Tempi.it la delusione per «una risposta mai arrivata da un fronte pro life indeciso».

Si riferisce al rifiuto della Consulta di pronunciarsi sul dubbio sollevato dal giudice tutelare di Spoleto in merito alla legge 194/78 sull’aborto?
Il giudice di Spoleto ha giustamente sollevato la questione della legittimità di una legge italiana che contrasta con la sentenza della Corte di giustizia europea dell’ottobre 2011. Secondo la gerarchia delle fonti, infatti, una norma europea è superiore a una norma nazionale, a meno che quella nazionale non sia costituzionale. In quel caso, se c’è contrasto, la Consulta è chiamata a pronunciarsi.

Perché allora non l’ha fatto in questo caso?
La Corte Costituzionale non ha mai voluto pronunciarsi in merito alla legge sull’aborto. Tranne quando nel 1981 il Movimento per la vita e il Partito radicale avanzarono dei quesiti referendari per ragioni opposte. Allora la Consulta si pronunciò sulla sostanza della legge. Ma fu l’unica volta, e lo fece richiamando l’articolo 32 della Costituzione sulla salute per giustificare l’impianto della legge. Senza spingersi più in là.

Ora, però, c’è una sentenza che parla del diritto alla vita dell’embrione come «soggetto da tutelarsi in assoluto» e considerato tale fin dal momento della fecondazione.
Esattamente, e questo mette in crisi l’articolo 4 della legge 194 che pone il diritto di salute della donna al di sopra di quello della vita dell’embrione. In questo senso il ragionamento e la mossa del giudice di Spoleto sono stati giusti e ragionevoli. Ma la Consulta ha agito come Ponzio Pilato, perché entrando in merito ai contenuti non avrebbe potuto difendere la 194.

Parte del Pdl e del mondo pro life parlano della necessità di rivedere la legge sull’aborto. Fino a poco tempo fa si aveva paura di riaprire la discussione per non peggiorare la norma. Ora si va all’attacco. Una posizione percorribile?
È l’unica strada ragionevole, perché mentre il mondo pro life, confessionale e non, giocava in difesa, il partito radicale ha continuato ad agire prendendo terreno. Quella dell’attacco che si apre è l’unica via, ma bisogna prenderla. Per questo ho contattato il Movimento per la vita, chiedendo che avanzasse tutte le proprie proposte e ragioni alla Corte Costituzionale. Perché con una sentenza europea di questa portata era davvero possibile rimettere in discussione la norma. Purtroppo quelli con cui ho parlato e a cui avevo dato piena disponibilità mi hanno detto che si sarebbero mossi. Ma chi li ha più sentiti? Spero che un fatto simile accada di nuovo e che un altro giudice abbia il coraggio di ricominciare da capo. E spero che chi preferisce giocare in difesa finalmente ci ripensi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

Quando un’azienda si permette di dire che la sua forza risiede nell’inventare quello che non esiste ancora e riconsiderare e ridefinire quello che esiste già, i casi sono due: o se la tira o fa molto sul serio e, oggi che la specializzazione nel mondo della MTB è massima, quando un brand mette in campo […]

L'articolo Le nuove gomme Michelin per XC e All Mountain proviene da RED Live.

“Quelle foto lì le facevo alla Bellucci”. Così, spuntando dal nulla, si è rivolto a noi uno strano personaggio sulla settantina, capello mosso bianco e lungo, stile Maurizio Vandelli, nell’incantevole borgo di San Leo, mentre lo staff di RED riprendeva le nostre imponenti americane nel bel mezzo della piazza principale. Non siamo nemmeno riusciti a […]

L'articolo Harley-Davidson, in viaggio lungo la Linea Gotica proviene da RED Live.

Come sarà l’auto del futuro? Davanti a questa domanda non tutti hanno le idee ugualmente chiare ma quelli di Mercedes sono pronti a rispondere senza la minima esitazione, neanche sapessero fare l’oroscopo al mondo automotive osservando proprio la Stella a tre punte. La loro visione ha quattro capisaldi, sintetizzati dalla sigla C.A.S.E.: secondo i vertici […]

L'articolo Mercedes CASE: il futuro parte dalla connettività proviene da RED Live.

Quello di Bridgestone nel mondo olimpico è un viaggio lungo un decennio. La sua partnership con il Comitato Olimpico Internazionale (CIO), annunciata a Tokyo 2014, si prolungherà infatti fino ai Giochi del 2014, passando per le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018, i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, le Olimpiadi invernali a Pechino 2022. Un percorso che il marchio nipponico, produttore […]

L'articolo Bridgestone sogna insieme agli atleti olimpici proviene da RED Live.

È una ribelle per tradizione. In un mondo dove tutto viene racchiuso e catalogato entro rigidi schemi, la nuova Suzuki Swift non tradisce lo spirito del precedente modello e scardina, ancora una volta, l’esistente. Non è infatti una city car, dato che con una lunghezza di 3,84 metri risulta più grande rispetto a una Fiat […]

L'articolo Prova Suzuki Swift 1.0 BoosterJet SHVS proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana