Google+

La Manif Pour Tous Italia torna a vegliare in difesa della famiglia e della libertà di espressione

ottobre 8, 2013 Redazione

Appuntamento in varie città italiane per venerdì 11 ottobre «per chiedere ancora una volta, a gran voce, il ritiro dell’assurda proposta di legge Scalfarotto»

La Manif Pour Tous Italia chiama a raccolta la società civile a vegliare in difesa della famiglia e della libertà di espressione, e a manifestare il proprio dissenso contro il disegno di legge Scalfarotto, un provvedimento ideologico che, se approvato dal Senato – nonostante l’emendamento Gitti – non farebbe altro che impedire ai liberi cittadini, e alle associazioni, di esprimersi in modo civile su proposte di legge come il matrimonio tra persone dello stesso sesso, e la possibilità di adozione dei bambini da parte degli stessi. Conseguenze sottaciute, ma inevitabili, di questa linea legislativa.

In tutta Italia stanno nascendo comitati per combattere assieme a noi questa battaglia antropologica in difesa della famiglia e della libertà d’espressione. Pertanto, venerdì 11 ottobre, dalle ore 19:00, daremo vita, nel pieno rispetto dell’ordine pubblico, ad una prima grande mobilitazione nazionale, con manifestazioni a Roma, Bisceglie, Bologna, Bolzano e Pisa, per chiedere ancora una volta, a gran voce, il ritiro di un’assurda proposta di legge che, come ha dimostrato il recente “caso Barilla” (Barilla & Boldrini. «Anche noi Ostellino ci sentiamo discriminati in quanto famiglia “sessista”» di Piero Ostellino), non genera altro che odio nei confronti di chi non si rassegna ad esprimere la propria opinione e non intende sottomettersi ad un provvedimento degno del peggior stato totalitario. 

Il Comitato

La Manif Pour Tous – Italia

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. mike scrive:

    sarà un mio parere personale ma la manif tanto non servirà a nulla. a quei piani alti possono contrastarli solo chi sta nella stessa stanza (=il parlamento). e la legge è già passata alla camera nonostante la manif italiana. tanto se non si riesce a fare qualcosa di più incisivo la legge si farà, magari anche nella versione che non piace al m5s e a Luxuria ma si farà. noi italiani a protestare siamo bravi poi se qualcuno fa leggi che non piacciono alla maggioranza stiamo zitti. in fondo franza o spagna purchè se magna. solo non capisco come mai la legge non l’hanno fatta e nella versione pesante. tanto unendo m5s e pd i numeri ce li hanno. d’accordo ci sono i cattolici del pd, però anche qui qualcosa non mi torna.

  2. Cristiano Cannizzaro scrive:

    L’intervento di Giuseppe Lanzani evidenzia – in modo lapalissiano- la vera finalità della legge in discussione, che è quella di introdurre un reato d’opinione. Cito letteralmente: “con questi vostri articoli che incitano solo ad odio e discriminazione, che potrebbero essere finalmente vietati dalle legge anti-omofobia”.
    Dal punto di vista giuridico delle due l’una: o la sentenza citata dal ns. amico è costituzionalmente criticabile (perché rappresenta un esempio di giurisprudenza creativa che investe uno spazio del legislatore, introducendo in via surrettizia diritti che non sono riconosciutiti dal legislatore) oppure la sentenza è fondata. Ma allora, se la sentenza è fondata e i diritti delle coppie omosessuali esistono già che necessità c’è di ulteriori interventi legislativi? Quanto all’odio e alla discriminazioni sono comportamenti già vietati nel nostro ordinamento: se qualcuno incita all’odio e alla violenza contro persone omosessuali, esistono anche specifiche aggravanti: i motivi abietti e i futili motivi Evidentemente per il pensiero unico distinzione equivale a discriminazione.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana