Google+

Hong Kong, la resa di Occupy Central. Anche il cardinale Zen si consegna. «Un governo senza cuore»

dicembre 3, 2014 Redazione

Assieme ai tre leader della protesta, il cardinale si consegna alle autorità. I tre subito rilasciati. «È troppo pericoloso e la polizia è fuori controllo»

C’era anche il cardinale Joseph Zen Ze-kiun, 82 anni (a sinistra nella foto), con i tre leader di Occupy Central che oggi si sono consegnati e sono stati rilasciati dalla polizia. Il cardinale, che dal principio si è mostrato assai attento alle proteste della popolazione di Hong Kong contro la Cina per una vera democrazia nel paese (qui l’intervista a tempi.it), si è dunque consegnato volontariamente assieme a tre leader Benny Tai, Chan Kin-man e Chu Yiu-min.

DENUNCIA SILENZIOSA. Dopo due mesi di proteste, i tre leader hanno chiesto agli studenti di ritirarsi dalle strade e di arrendersi. Domenica ci sono stati violenti scontri con la polizia e i manifestanti e ci sono state decine di feriti e arresti. «È troppo pericoloso e la polizia è fuori controllo», hanno detto i tre. «Arrendersi non è un fallimento, ma una denuncia silenziosa di un governo senza cuore». I leader del movimento temono che la protesta possa sconfinare nella violenza e, per questo, hanno invitato i giovani a proseguire il proprio impegno secondo nuove modalità, «mettendo radici profonde nella comunità». L’ammissione di una sconfitta, dunque, visto che l’obiettivo – un reale suffragio universale per le elezioni del 2017 – non è stato raggiunto. La Cina, infatti, ha mantenuto potere di veto sulle candidature. Come ci ha detto Zen nell’intervista: «E allora a cosa serve il voto? A niente».

SCIOPERO DELLA FAME. Benny Tai si è detto convinto che non tutto è stato inutile perché un seme è stato gettato nelle coscienze di molti. Ma questa strategia non è condivisa da una frangia degli studenti, capeggiati da Joshua Wong che vuole continuare a sfidare Pechino. Per questo è stato indetto uno sciopero della fame ed è stato ribadito l’intento di scendere per le strade finché la Cina non concederà maggiore democrazia all’ex colonia britannica.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download