Google+

Ho visto Maradona. Il nuovo libro di Gurrado è un tuffo in un’Italia che non c’è più

giugno 8, 2014 Redazione

“Ho visto Maradona” è un romanzo che ti fa fare un salto indietro di un quarto di secolo. Catapultati nella Napoli del 1990, si ripercorre la corsa degli azzurri di Diego Armando Maradona verso il secondo scudetto

gurrado-ho-visto-maradonaHo visto Maradona (Ediciclo, 208 pagine, 14,50 euro) è un romanzo che ti fa fare un salto indietro di un quarto di secolo. Catapultati nella Napoli del 1990, l’autore e collaboratore di Tempi Antonio Gurrado ripercorre la corsa degli azzurri di Diego Armando Maradona verso il secondo scudetto e quella della nazionale italiana che schiantò le proprie ambizioni di vincere il quarto mondiale proprio contro l’argentina guidata dal Pibe de oro. Non solo.

Ho visto Maradona è di più: è un tuffo in un’Italia che oggi non c’è più, alla scoperta delle sue abitudini, dei suoi pregi e dei suoi vizi; un paese che nemmeno si immaginava lo scandalo Mani pulite che di lì a poco sarebbe scoppiato e avrebbe dato poi vita alla Seconda Repubblica. E poi, Ho visto Maradona, è la storia di quattro ragazzi: Gringo, oriundo di Caserta, figlio di impiegati statali, ama Napoli così com’è e vuole lasciare andare le cose come sono sempre andate ed è, naturalmente, tifoso sfegatato di Maradona.

Il Milanese, comunista, figlio di proletari, si sforza di parlare in italiano corretto e detesta il pressappochismo diffuso e proprio per questo non può che essere tifoso innamorato della meritocrazia e del collettivismo praticato dal Milan di Sacchi; e di Mozzarella e Anatomia troppo ossessionati rispettivamente da cibo e sesso per voler cambiare le cose. L’esito del campionato di calcio 1989/1990 segna anche la lenta e traumatica rottura del loro sodalizio. E la fine del grande Napoli e del suo irraggiungibile capitano, Diego Armando Maradona.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. Che bello scrive:

    Lo compro sicuramente!!!!

  2. antonio scrive:

    maradona fu cacciato da barcellona in quanto gli spagnoli si accorsero che non si sarebbe mai disintossicato. alla fine poteva giocare solo in italia e a napoli dove gli facevano fare quello che voleva. Per due volte era pronto il suo fermo ma non si fece nulla perchè alla questura di napoli avevano paura di sommosse popolari. a quando la revoca degli scudetti immeritatamente concessi ?

  3. sandro scrive:

    vero quel tipo poteva giocare solo in Italia e non in un paese serio. Quello che e’ curioso e’ che a napoli i magistrati indagano su tutte le squadre ma sugli scandalosi “scudetti” alla maradona manco a parlarne meglio tirare a campa’

  4. sandro scrive:

    vero quel tipo poteva giocare solo in Italia e non in un paese serio. Quello che e’ curioso e’ che a napoli i magistrati indagano su tutte le squadre ma sugli scandalosi “scudetti” alla maradona manco a parlarne meglio tirare a campare

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana