Google+

La Francia è vicina. Andiamo in piazza a difendere la famiglia, prima che sia vietato anche in Italia

luglio 7, 2013 Alfredo Mantovano

Bisogna riempire la piazza chiamata a ruotare sul pilastro della famiglia per impedire al Parlamento di varare leggi liberticide come quella sull’omofobia e le unioni di fatto

Rinnovamento nello Spirito ha il merito di aver promosso sulle piazze delle dieci più importanti città italiane una riflessione sui dieci comandamenti: uno per ogni città, in modo articolato e godibile, ma non superficiale. L’iniziativa ha un ritorno di partecipazione popolare, di attenzione dalle istituzioni, di audience televisiva, essendo trasmessa in diretta su Tv2000: a conferma del fatto che per i cattolici non deve esistere il timore di affrontare l’agorà su temi vitali, dai quali dipendono l’esistenza di chiunque e il bene comune.

E non solo i cattolici, poiché i comandamenti sono pro memoria esplicito di quel che è iscritto nella nostra natura, vale per tutte le persone di buon senso e di buona volontà. Prendendo a esempio l’esperienza di RnS, vi è una undicesima piazza che va organizzata e riempita al più presto: è quella chiamata a ruotare sul pilastro della famiglia. Il Parlamento si prepara a varare quasi alla unanimità norme al tempo stesso liberticide e ostili alla famiglia: quelle sull’omofobia e quelle sulle unioni di fatto. Chi, credente o non credente, ha a cuore la possibilità di formare e di educare a una sessualità rispettosa della natura e a un corpo sociale proiettato verso la vita e la responsabilità; chi è consapevole che a ogni diritto corrisponde un dovere e che ogni diritto ha radice ultima nell’uomo; chi non si rassegna a considerare pericolosa per l’ordine pubblico perfino la rappresentazione grafica della famiglia, come accade a Parigi; deve convincersi che oggi l’unico modo che ha per dire le proprie ragioni è manifestarle in piazza.

E se si ha paura di trovarsi soli, ci si ricordi del Family day e della vittoria nel referendum sulla fecondazione artificiale: prima di tali vittorie non sono mancati dubbi e riserve. Non hanno prevalso allora, non li facciamo prevalere oggi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

40 Commenti

  1. giovanni says:

    Forse, la cosa da fare è quella di non aspettare che qualcun altro parta. DOVE E QUANDO deve essere una cosa che riguarda ciascuno di noi.

  2. Andrea says:

    L’omosessualità non costituisce nessuna minaccia per la famiglia tradizionale.
    Anzi: il fatto che anche gli omosessuali vogliano formare na famiglia è perchè la prendono a modello e quindi la considerano un modello valido.
    Ciò che attacca la famiglia sono altre cose: la mancanza di politiche economiche a difesa della maternità, (come invece avviene nella Francia che tanto viene vityperata, dove esiste un Pac Maternitè e dove esistono sussidi per la seconda nascita che qui nemmeno ci sognamo), sono l’assenza di asili nido, sono i costi proibitivi di profoti per l’infanzia, libri scolastici…, sono una degemerazione della moralità alla bunga bugna…

    Perchè non scendete in piazza per queste cose e lasciate stare i gay che non vi hanno fatto nulla ?

    • ftax says:

      Perchè i gay sono la punta dell’iceberg costituito dalla cultura illuminista, laicista e (di) sinistra che ha devastato la civiltà europea in generale e ha distrutto la società italiana e il concetto stesso di famiglia in particolare.

      • Marco says:

        Se preferisci tornare al medioevo per bruciare le streghe e gli eretici che ti preoccupano tanto fai pure, nel frattempo ci sono molte persone con un minimo di cervello che preferisce progredire socialmente combattendo per i propri diritti e quelli di gruppi sociali discriminati (es.: coppie omosessuali) fregandosi completamente della Chiesa e dei suoi seguaci bigotti che non sono altro che un cancro per il mondo intero.

        • Lorem Ipsum says:

          Curioso: per difendere una categoria di persone dai presunti pregiudizi che la ammorbano, ne crei una caterva su un’altra categoria di persone…
          Evidentemente quella della discriminazione e della tutela delle minoranze è solo una maschera…

        • Clark says:

          ma di quale progresso parli? ok i diritti, si alle unioni civili, si alla tutela patrimoniale ecc. ma distruggere un istituto giuridico come il matrimonio, da sempre correlato alla famiglia, come recita l’articolo 29 della nostra Costituzione “famiglia come società naturale fondata sul matrimonio” è normale? Come si può considerare progresso? Qui nessuno va contro i gay, un popolo civile già da tempo li avrebbe accettati, sarebbe un sogno non vedere piu discriminazioni, vedere persone che si amano mano nella mano senza essere scherniti..ma come si può pensare che il raggiungimento di un diritto si basi su un sentimento in cui si è già liberi di professare? Basta con questo relativismo dell’etica che sta ammazzando l’occidente

          • Marco says:

            @famiglia come società naturale fondata sul matrimonio
            Appunto “fondata sul matrimonio” non “fondata sul matrimonio tra uomo e donna”

            • Lorem Ipsum says:

              Beh, allora neanche “fondata sul matrimonio tra consenzienti”, neanche “fondata sul matrimonio tra adulti”, neanche “fondata sul matrimonio tra due persone”…. Quante cose che non ci sono scritte!
              Secondo te quel “naturale” cosa vorrebbe esplicitare?

              • Andrea says:

                “Secondo te quel “naturale” cosa vorrebbe esplicitare?”

                Ho posto la domanda ad un costituzionalista che mi ha spiegato che l’aggettivo “naturale” in quel testo ha un connotato differente a quello che molti intendono tanto che era stato introdotto dalla sinistra e avversato dalla Chiesa (che ora lo invoca)

                Infatti con “naturale” si intendeva che lo Stato non creava nè imponeva un modello nuovo od artificioso, ma semplicemente regolamentava una situazione che era già in essere. Ovvero si regolamentava nella costituzione una famglia così come naturalmente già presente nella società.

                Quindi proprio secondo questa concezione vanno riconosciute e regolamentate le unioni omoaffettive come una realtà già esistente

                Inoltre IN NATURA esiste l’omosessualità, documentata praticamente in tutte le specie animali (tranne quelle asessuate) dal moscerino della frutta ai leoni…
                L’OMS ha stabilito che l’omosessualità è una variante NATURALE dell’orientamento sessuale esattamente come essere MANCINI o AVERE I CAPELLI rossi sono varianti naturali

                Ma nessuno si sogna di dire che siccome la maggiornza delle persone sono destre allora i mancini sono contro natura (ANCHE SE UNA VOLTA NELLE SCUOLE CATTOLICHE VENIVANO OBBLIGATI AD USARE LA SINISTRA PERCHE CONSIDERATA LA MANO DEL DIAVOLO)

                • H.Hesse says:

                  Se nella nostra costituzione fosse stato previsto il matrimonio gay tu non romperesti gli zebedei per avere una legge in merito, quindi finiscila di raccontare balle. Società naturale fondata sul matrimonio da qualche decina di migliaia d’anni a questa parte è l’unione feconda tra maschio e femmina.
                  Il resto sono solo zozzerie.
                  Infatti, l’omosessualità è una “variante naturale” non si vede perché non siano considerate tali anche la pedofilia, la coprofilia, l’incesto e compagnia briscola.
                  Quanto al motivo per cui nelle scuole cattoliche si insegnava a scrivere con la destra è semplice: prova a scrivere con penna d’oca e calamaio da sinistra verso destra con la mano sinistra e vedi che bel risultato ottieni.
                  Ah, un altra cosa, almeno delle scuole dove il popolo poteva imparare a scrivere GRATIS i cattolici le mettevano in piedi…

            • Gmtubini says:

              Secondo te, Marco, cosa avranno mai inteso, nel 1947, i nostri padri costituenti riferendosi alla “famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”?

              • Clark says:

                i nostri Padri Costituenti erano talmente lungimiranti che avevano posto la parola “coniugi” all’articolo 29 della Costituzione (e non marito e moglie ) e “matrimonio” senza uomo/donna perchè già sapevano che negli anni 2000 ci sarebbero stati Luxuria, Paola Concia e compagnia bella a dire queste stupidaggini ahahahah

                Cmq credo una cosa..leggere ed ascoltare persone che puntano al cavillo costituzionale per arrivare al proprio obbiettivo è incredibile e fa troppo ridere, veramente troppo..questo amore, questo matrimonio senza la parola uomo donna, sta parola coniugi..ormai è tutto prevedibile ma continuano imperterriti con qeuste scempiaggini dove basterebbe studiare invece di sparare parole al vento

    • H.Hesse says:

      Gli omosessuali ambiscono a formare una parodia di famiglia solo nell’illusione di sentirsi finalmente “normali” e le loro unioni, una volta legalizzate, daranno un altro colpo mortale alla serietà e all’impegno con la quale i futuri coniugi considereranno questa istituzione e si approcceranno ad essa. Infatti, se col divorzio facile il matrimonio è diventato una specie contratto a termine, con lo sposalizio dei gay diventerà una farsa.

      • Andrea says:

        Caro H.Hesse

        Mi spiace darti una delusione
        Ma l’omosessualità è NORMALE

        Lo ha stabilito l’OMS e tu puoi pensarla come vuoi, sei liberissimo
        Ma non sei l’OMS

        Così come chi pensa che i neri sono una razza inferiore o che i matrimoni interazziali sono contro natura è liberissimo di pensarla così se vuole, salvo poi evitare di arrabbiarsi, per cortesia, se viene definito razzista

        • H.Hesse says:

          Io non penso affatto che i “neri” (supponendo che con tale termine tu ti riferisca a quelli che si son sempre chiamati “negri”) siano una razza inferiore (le razze inferiori son roba da illuministi-darwinisti del cacchio e non certo da cristiani) ma miei fratelli in Cristo, e che i matrimoni interrazziali (eterosessuali, off course!) siano contro natura né io né nessun altro cattolico lo ha mai pensato, evidentemente ti sbagli col “rumore del tranvai” e se la finissi di raccontare MENZOGNE da due soldi come queste sarebbe meglio.
          L’omosessualità è normale come la povertà e la fame nel mondo: c’è e ce la teniamo, ma non per questo dobbiamo dire che è una cosa bella come dicono certi cretini, la nutrita presenza dei quali tra noi, è da considerarsi parimenti “normale”.
          Infine se l’OMS è quell’organismo che promuove l’OMICIDIO del nascituro per limitare la popolazione sono contento di non averci nulla a che fare.

        • marzio says:

          Quello che dice l’OMS non mi interessa ,ne dice tante di frescacce!

  3. cesare says:

    Nell’area cattolica c’è chi tenta di far credere, mascherandole con motivazioni di carattere affettivo, che le unioni omosessuali possono essere considerate un progresso sociale e di cultura: una espressione di bene! Nell’omosessualità, come positiva espressione di bene si può considerare l’amicizia, il rispetto e la stima che esiste tra gli esseri dello stesso sesso. Ma aldilà di questa casta omosessualità vissuta in tante unioni di mutuo affetto e solidarietà, che ha valore, l’omosessualità comunemente intesa, quella dell’orgoglio Gay, rimane pur sempre un’anomalia che, nell’intimità del reciproco rapporto di consensuale sodomia, assolve un sentire egocentricamente chiuso tra gli esseri; una forzatura dell’equilibrio naturale; un asservimento dell’Ordine a scopo d’insolito piacere. Come spiegare alla legittima e innocente curiosità dei bambini quel ripugnante e sporco atto contro natura, che già gli adulti, nell’immaginarlo, si vergognano? In Luca 9-42 è scritto: “ ma chi scandalizzerà uno di questi piccoli che credono in me, è meglio per lui che gli sia legata al collo una macina d’asino e lo si getti nel mare”!

    In nome di un progressismo idiota che in Europa si sta diffondendo a macchia d’olio, non ci rendiamo conto che stiamo andando verso il baratro dei valori civili, dell’etica e della morale. Non sorprende dunque che questo “offuscamento dell’intelligenza” mirato a relativizzare i valori della fede; l’UMILTA’, la CASTITA’ e la POVERTA’, abbia annebbiato anche la mente di molti cattolici. Forse non ci ricordiamo che per testimoniare l’Evangelica Verità, era stato detto: “ma sia il vostro parlare: Si, si; no, no; quello che vi è di più appartiene al male” (Mt 5-37)
    Quello –“ che vi è di più” – è lussuria della mente! E’ quel buonismo che sta confondendo il lume dei cattolici; l’astuta seduzione dell’Anticristo per far credere che ciò che è permesso nella civile società non costituisce peccato! Seduzione spinta fino al sovvertimento della Verità stessa: nell’attribuire positivi valori sociali a quelle realtà che, per l’ortodossia cattolica, hanno sempre costituito, e sempre costituiranno, scandalo: eugenetica, aborto, eutanasia, omosessualità ecc., e che ora mira a sovvertire anche la ricchezza civile e religiosa del matrimonio!

    Per i cristiani il matrimonio è un Sacramento! Che nell’unione fisica e spirituale dei ministri: l’uomo e la donna, finalizzano il reciproco amore all’apertura alla vita davanti a Dio! I figli sono dunque espressione di continuità e di somiglianza a quella finalità creatrice di Dio cui ha origine il mondo. Nella prole si realizza il misterioso e meraviglioso prolungamento di noi stessi in un altro essere, pur diverso e indipendente, tuttavia somigliante e irripetibile essere nell’infinito universo! Traccia del nostro esistere nell’eternità del tempo. Famiglia: cooperatrice della divina Creazione, cellula viva, fondamentale e insostituibile Istituto civile e religioso della nostra società.

    Impossibilitata all’apertura alla vita, l’unione omosessuale, non potrà mai assurgere al valore civile del matrimonio in quanto è RADICALMENTE IMPARAGONABILE PER FINALITA’ E SOSTANZA. Ci si domanda: in forza a quale diritto si devono attribuire riconoscimenti e privilegi sociali alle unioni omosessuali, quando sono assai poco sostenute le famiglie tradizionali, già impegnate ad assolvere positivi doveri che arricchiscono la comunità civile tutta?

    Pertanto, è ragionevole pensare che ogni iniziativa politica atta a riconoscere pari diritti alle unioni omosessuali come per il matrimonio civile e religioso è da ritenersi, oltre che dannosa, scellerata. Si tratta di una bassa speculazione promossa da scaltri opportunisti al fine di carpire consenso politico dal relativismo dilagante nel mondo cattolico mirato ad imporre altre e più devastanti iniziative come, ad esempio, il diritto dei gay di adottare figli! Che, se fosse riconosciuto, comporterebbe anche un imponderabile disagio sociale e danno psicologico degli adottati che ovviamente i promotori ignorano e negano.

    • Marco says:

      Commento un paio di frasi e rispondo alla tua domanda:

      1)@rimane pur sempre un’anomalia che, nell’intimità del reciproco rapporto di consensuale sodomia, assolve un sentire egocentricamente chiuso tra gli esseri; una forzatura dell’equilibrio naturale; un asservimento dell’Ordine a scopo d’insolito piacere. Come spiegare alla legittima e innocente curiosità dei bambini quel ripugnante e sporco atto contro natura
      L’omosessualità non può essere considerata contro natura in quanto esiste. Come fa qualcosa contro natura ad esistere in natura? Se fosse veramente un problema per l’equilibrio naturale la selezione naturale avrebbe dovuto fare il suo lavoro eliminandola progressivamente con l’evoluzione dell’uomo, ma non lo ha fatto. Altra prova che rende l’omosessualità una cosa naturale è il fatto che esiste anche in altre specie animali (in particolare alcuni primati in quanto sono gli animali più simili a noi), ma anche nei delfini e nei pinguini se non erro e chissà in quanti altri animali.

      2)e che ora mira a sovvertire anche la ricchezza civile e religiosa del matrimonio!
      L’unione di due persone o che si chiami matrimonio o in qualunque altro modo esiste da prima della chiesa quindi quest’ultima non ha alcun diritto di dire cose del genere

      3)Ci si domanda: in forza a quale diritto si devono attribuire riconoscimenti e privilegi sociali alle unioni omosessuali, quando sono assai poco sostenute le famiglie tradizionali, già impegnate ad assolvere positivi doveri che arricchiscono la comunità civile tutta?
      In forza del diritto di amare liberamente chi si vuole.

      • H.Hesse says:

        Commento brevemente le tre zarrate che hai scritto tu:
        1) “L’omosessualità non può essere considerata contro natura in quanto esiste”
        Esiste in natura anche la sindrome di immunodeficienza acquisita, e dunque secondo te la si dovrebbe assecondare lasciandole mietere vittime tranquillamente. Ovviamente questo, come quello che hai fatto tu, è solo un sofisma idiota, infatti dire che l’omosessualità è “contro-natura” non significa affatto (e tu lo sai benissimo) che in natura l’atto omosessuale non esiste, ma solo che, a differenza di quello “secondo natura”, esso in alcun modo serve a generare la vita e a continuare la specie, chiaro no?!.
        2) “L’unione di due persone o che si chiami matrimonio o in qualunque altro modo esiste da prima della chiesa quindi quest’ultima non ha alcun diritto di dire cose del genere”. La Chiesa (maiuscolo) sulla base dell’insegnamento di Cristo riconosce ciò che è buono dividendolo da ciò che è cattivo di ciò che esisteva, esiste ed esisterà senza chiedere il permesso a te, che ti piaccia o no.
        3)Apprendo con stupore che per amare (immagino in senso “erotico”, neh?!) chi ti pare tu hai bisogno di un riconoscimento da parte dello Stato. E perché, di grazia? Da quando in qua lo Stato si occupa dei tuoi fatti intimi personali?

      • Francesco says:

        In natura ci sono specie animali che si uccidono, che uccidono figli ecc ecc
        Io, come uomo, mi sento un po’ superiore agli animali, anche senza tirare in ballo Dio.
        So che il bene dell’uomo e’ quello di procreare e progedire.

      • giovanna says:

        E tu, Marco, ama pure liberamente chi vuoi, chi te lo impedisce?
        Lascerai la libertà a qualcun altro di pensarla diversamente sul matrimonio come istituzione da non ridicolizzare , ma tu ama pure liberamente, non ti dice niente nessuno.
        E la facciamo finita con la storia che se una cosa esiste, per ciò stesso è un bene? Ad una obiezione così cretina e fotocopia si può solo rispondere con l’ennesima fotocopia: in natura esiste la pratica dell’incesto e della pedofilia, vorrai impedire che tutta questa bella gente si sposi ?
        E NON ho paragonato incesto e pedofilia all’ omosessualità, ho fatto un paragone con una frase delle più stupide che si sentano in questo dibattito.
        Comunque, ragazzi, il livello del confronto con questi gay ideologizzati, non parlo di persone omosessuali, ma proprio gay, è veramente ad un livello culturale ed umano rasoterra che più rasoterra non si può. Tempi può pubblicare fior di articoli profondissimi e articolati, scritti da filosofi, medici, vescovi, giornalisti, intellettuali , politici, educatori, psicologi e che magari potrebbero suscitare una discussione sincera, aperta, sofferta, intensa, polemica, agguerrita e invece sempre le solite tre o quattro frasi a pappagallo. O è sempre la stessa persona che scrive per conto “gay” o il panorama culturale gay è più desolante di quanto prevedibile.Cioè pensavo che certa gente volgare e grossolana fosse un’eccezione, mentre appare sempre più la regola.

        • Marco says:

          @in natura esiste la pratica dell’incesto e della pedofilia
          In natura non esiste l’incesto e la pedofilia, sono cose create dall’uomo che possono essere evitate. L’omosessualità esiste a prescindere dall’uomo.

          • Lorem Ipsum says:

            Se per “in natura” intendi (come hai fatto prima) nel regno animale (o come qualcosa che ‘esiste’), allora ti stai arrampicando sugli specchi: esistono anche quelle cose “in natura”; taluni animali fanno tranquillamente sesso anche tra consanguinei, altri sbranano i figli, altri uccidono il partner dopo l’accoppiamento…
            Il problema è che con ‘società naturale’ (o quando si dice rapporto contronatura) si intende un’altra accezione di natura, ovvero quella di “essenza”, filosoficamente intesa.

          • Clark says:

            @in natura non esiste l’incesto e la pedofilia e sono create dell’uomo

            ma sei sicuro? che significa che l’uomo ha creato una situazione in cui fratello e sorella vanno a letto insieme? non riesco a capire

            secondo te i pedofili non ci nascono così malati? e per quale motivo dovrebbero diventarlo a 40 anni-50anni con tutto quello ke avrebbero contro nella società?

            stiamo dandi i numeri

      • H.Hesse says:

        Commento brevemente le tre baggianate che hai scritto tu:
        1) “L’omosessualità non può essere considerata contro natura in quanto esiste”
        Esiste in natura anche la sindrome di immunodeficienza acquisita, e dunque secondo te la si dovrebbe assecondare lasciandole mietere vittime tranquillamente. Ovviamente questo, come quello che hai fatto tu, è solo un sofisma idiota, infatti dire che l’omosessualità è “contro-natura” non significa affatto (e tu lo sai benissimo) che in natura l’atto omosessuale non esiste, ma solo che, a differenza di quello “secondo natura”, esso in alcun modo serve a generare la vita e a continuare la specie, chiaro no?!.
        2) “L’unione di due persone o che si chiami matrimonio o in qualunque altro modo esiste da prima della chiesa quindi quest’ultima non ha alcun diritto di dire cose del genere”. La Chiesa (maiuscolo) sulla base dell’insegnamento di Cristo riconosce ciò che è buono dividendolo da ciò che è cattivo di ciò che esisteva, esiste ed esisterà senza chiedere il permesso a te, che ti piaccia o no.
        3)Apprendo con stupore che per amare (immagino in senso “erotico”, eh?!) chi ti pare tu hai bisogno di un riconoscimento da parte dello Stato. E perché, di grazia? Da quando in qua lo Stato si occupa dei tuoi fatti intimi personali?
        II

  4. giuliano says:

    è inutile stare a rispondere ai post di quelli che hanno venduto l’anima e il cervello all’ideologia di sinistra. Per loro non conta neanche che la natura stessa dà l’evidenza della realtà, ovvero che nascano maschi e femmine e che solo tra loro vi sia il naturale matrimonio atto alla finalità di procreare e ripopolare il pianeta. Da quando la sinistra ha posto sul piatto l’obbiettivo che i sodomiti hanno dignità in quanto sodomiti, tutto il pianeta corre dietro la perversione più vomitevole poiché sul pianeta comandano le elites culturali e mediatiche, ovvero la massoneria e i media rossi, e obbligano il popolo ad inchinarsi a loro facendo un continuo lavaggio del cervello e distorcendo la realtà e la verità. Anche la “scienza” si è venduta alla sinistra e nasconde quello che fino a qualche anno fa non si stancava di ripetere a proposito dei bambini, e cioè che hanno il diritto di un padre e di una madre per un loro corretto sviluppo. Ora i cani di sinistra stanno sdoganando anche la pedofilia (informatevi) ma la usano ancora quale arma per colpire i preti, quando vogliono. Dopo aver distrutto il lavoro e il benessere costruito negli anni 50-60, la sinistra ora distrugge quello che rimane dei sentimenti profondi di un popolo e quello che è il caposaldo del genere umano. ovvero l’antropologia stessa del sesso, e ci riesce perché dal ’68 si è impadronita delle parole d’ordine che nessuno osa contraddire per paura, per viltà, per omologazione e utilizza anche la violenza e l’omicidio se occorre. Mattone dopo mattone, assemblea dopo assemblea, dal ’68 sono cresciute generazioni che sono convinte che la realtà e solo quella che viene da una legge dello stato. Ora il danno è fatto e non è rimediabile su due piedi. Ci vorrebbe un risveglio del popolo che si riappropri della verità e della realtà e vada a cercare questa gente malefica e assassina e l’appenda agli alberi. Sarebbe legittima difesa

  5. cirillo says:

    In “natura”accade anche altro.. Ad esempio incesti, ad esempio “eliminazione” del partner dopo il rapporto, ad esempio “uccisione” dei piccoli altrui e molto altro ancora…. Quando ci adegueremo a tutto ciò ?? Sono impaziente..

  6. Stefania says:

    Specificando che non ho nulla contro voi omosessuali, non riesco a sopportare quando dite che “è naturale” il vostro modo di essere….allora se tutto ciò è naturale non dovreste chiedere aiuto per avere dei figli, se si tratta di natura dovreste essere capaci di averli con un rapporto sessuale così come accade tra un uomo ed una donna………….quindi badate bene a ciò che dite…….per me siete solo egoisti ed esibizionisti………..volete amarvi?amatevi!!!! ma non pretendete delle cose che non sono previste in natura……..e sinceramente non comprendo il fatto di paragonare l’istinto animale con quello dell’essere umano………un’animale fa tante cose senza pensarci e in natura, l’essere umano ha una coscienza e prima di agire può riflettere su quello che fa!!!siamo d’accordo che voi non fate del male a nessuno, ma ciò non vuol dire che dobbiate avere obbligatoriamente gli stessi diritti di una coppia etero………siete omosessuali?che motivo c’è di urlarlo al mondo intero?io non esco per le strade ad urlare che mi piacciono gli uomini…….lo tengo per me!l’importante è che sia convinta io della mia sessualità…e questi bambini lasciamoli crescere con una mamma ed un papà, perchè se in natura funziona così ci sarà pure un motivo no?!!

  7. Angelo Ventura says:

    Voi omofobi mentite sapendo di mentire, l’eguaglianza di diritti fra coppie e famiglie gay ed etero non toglierebbe NULLA alle famiglie e coppie etero. L’amore fra esseri umani non si deve discriminare. SONO CRISTIANO MA FAVOREVOLE A PARI DIRITTI E DIGNITA’ FRA GAY ED ETERO.

    • Clark says:

      non credo ci siano omofobi in questa pagina..questo è anche il rischio della legge sull’omofobia, uno non può dire ciò che pensa in maniera tranquilla sullìargomento omosessualità? scinetificamente ci saranno sempre studi contrastanti, chi dice che omosessuali si nasce, chi dice che ci si diventa, chi dice che si può curare, chi se ne accorge a 40 anni di essere bsx ecc. ecc. ma questo è un altro argomento e non voglio andare fuori tema.

      l’eguaglianza certo non toglierebbe nulla..finchè non c’è una persona che muore o che soffre, che prova dolore..la vita continua e amen..potrei addirittura essere menefreghista del fatto che in questo momento in Africa è morto un bambino e io sto davanti a un computer pensa un po’..la vita continua..il problema è un altro

      dici che l’amore nn deve essere discriminato..e perchè lo è? esiste divieto che un gay non può amare un altro gay? non mi risulta, al massimo si..ci può essere violenza contro i gay, prese in giro..questo ovvio ke deve essere migliorato..purrtroppo esistono gli ignoranti e imbecilli..ma l’amore esiste ed è libero, esistono anche le famiglie Poliamore che vivono in comunità, una sorta di poligamia allargata..ognuno fa ciò che vuole, ma guai a cadere nel relativismo dell’etica attuale..si vuole lottare per la tutela patrimoniale, i cosiddetti PACS? perfetto, si può essere anche d’accordo, il problema è l’istuto matrimoniale e la conseguenza ovvia, l’adozione dei bambini, che non c’entra NULLA col mondo omosessuale, è una visione della vita che deve essere rispettata anche perchè combacia con la natura, e non credo di essere omofobo se dico una cosa del genere

    • H.Hesse says:

      Egregio Angelo Ventura,
      io sono uno tra i commentatori che tu hai raccolto nel fascio degli “omofobi”.
      Dal momento che io non lo sono affatto, pur avendo un’opinione contraria al matrimonio gay, motivata da ragioni di carattere squisitamente razionale, mi sento profondamente offeso come persona e soprattutto, come cristiano.
      L’intolleranza verso le idee altrui tipica di una persona che non ambisce a vivere in una società pluralista e democratica, ma desidera instaurare un TOTALITARISMO in cui le opinioni contrarie vengono derise, attaccate e infine represse.
      Insomma, mio caro, se tu appiccichi con tanta “nonchalance” al tuo prossimo l’epiteto “omofobo”, aspettati che il suddetto prossimo ti qualifichi, non senza ragione, come FASCISTA.

    • Lorem Ipsum says:

      Non toglie nulla?
      Ma se questa operazione di fatto svuota di significato il matrimonio stesso (la cui definizione sta già cambiando in tutto il mondo, alla maniera della neolingua di Orwell)!
      Con questa farsa, si vuole instabilizzare un’istituzione dove gli uomini non sono solamente individui (e quindi facilmente manipolabili dal potere), cioè la famiglia, già indebolita da divorzio (che vuole essere sempre più facile) e da aborto… Famiglia che, lo ricordo visto che sei Cristiano, è anche piccola Chiesa…

  8. giovanni says:

    Qualsiasi cosa un uomo faccia è sempre una scelta per la vita o per la morte. L’omosessualità è sicuramente una scelta per la morte!

  9. Italo Sgrò says:

    Ahinoi, la dittatura omosessualista, e in generale quella portata avanti dai vari promotori della perversione sessuale avanza e lascia poco scampo ai normali, ai razionali.

    Gli episodi aumentano: Buttiglione non puo’ fare il commissario europeo perché giustamente afferma che l’atto omosessuale è un peccato mortale contro natura; Borg rischia di fare la stessa fine; la Biancofiore non puo’ fare il ministro delle opportunità perché non le piacciono i nonmatrimoni omosessuali; Cassano si becca 15.000 euro di multa e cinque giornate di squalifica perché ritiene che l’omosessualità non sia una condizione augurabile ai compagni di squadra; un padre di famiglia viene arrestato perché indossa una maglietta che ritrae una famiglia normale stilizzata; un ragazzo viene arrestato perché manifesta contro il nonmatrimonio omosessuale; un predicatore biblico viene arrestato perché cita San Paolo e il Vangelo.

    LA DITTATURA AVANZA A GRANDI PASSI. LA PERVERSIONE SESSUALE VIENE LEGALIZZATA E PROMOSSA A TUTTI I LIVELLI. A SCUOLA BISOGNERA’ PRESTO INSEGNARE CHE I RAPPOSRTI SESSUALI VANNO TUTTI BENE E SI TRATTA SOLO DI SCEGLIERE COME A UNO PIU’ PIACE IN QUEL MOMENTO.

    AIUTOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!

  10. Stefania says:

    Grande Italo!!!!!……….e vorrei aggiungere un’altra cosa……………..Gli omosessuali pretendono di avere dei diritti che le coppie etero riescono ad avere a stento! Ad esempio quando un uomo ed una donna decidono di separarsi le leggi concedono più diritti alla donna per quanto riguarda l’affidamento dei figli…..e gli uomini devono fare i salti mortali per riuscire a vederli………..perchè nn lottiamo e manifestiamo per questi uomini che di sicuro hanno più diritto loro sui propri figli???…..quindi mi rivolgo agli omosessuali: come vedete ci sono problemi più gravi già per le coppie etero, per cui nn condivido quest’insistenza da parte vostra per l’adozione……..rendetevi conto: un padre nn può vedere spesso i suoi figli!!!!!! e delle leggi dovrebbero accettare che un bambino debba avere due papà o due mamme??????????….amatevi, vivete questo legame quanto volete….ma vi prego nn esagerate!!!………..La natura dice che possono avere figli un uomo ed una donna con un rapporto sessuale punto!nn c’è da discutere………….se voi dite che in natura due uomini e due donne possono amarsi ok….ma in natura nn possono avere figli!!!dovete accettarlo………sia chiaro la mia nn è omofobia!!!!………e vi prego nn attaccate sempre ed esclusivamente con la solita frase come fanno i pappagalli……..grazie

    • Italo Sgrò says:

      E nel frattempo si aggiunge un altro episodio: Nicolas condannato a 3000 euro per essere favorevole alla legge naturale….

      DITTATURA IN ALLESTIMENTO. NON DISTURBARE IL MANOVRATORE.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Michelin Road 5 alzano l’asticella: c’è più grip sul bagnato rispetto ai Pilot Road 4 e il degrado delle prestazioni è più costante

L'articolo Michelin Road 5, turistiche (non) per caso proviene da RED Live.

Nata dalla collaborazione tra Lapo Elkann e Horacio Pagani, la Pagani Huayra Lampo è una speciale one-off che s’ispira alla mitica Fiat Turbina

L'articolo Huayra Lampo, la Pagani di Lapo proviene da RED Live.

Una M5 è già di per sé abbastanza esclusiva e performante? Non tutti la pensano in questo modo. Tanto che la BMW ha presentato i nuovi accessori della linea M Performance dedicati alla berlina sportiva della Motorsport. Un’anteprima affiancata dall’unveiling della M3 30 Years American Edition. Una versione speciale allestita per celebrare i 30 anni […]

L'articolo BMW M5 M Performance: fibre preziose proviene da RED Live.

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download