Google+

Figli a carico. Assegni di ricerca e borse di studio post-laurea sono esenti dall’Irpef

giugno 10, 2013 Massimiliano Casto

«Mia figlia è titolare di un assegno di ricerca universitario non assoggettabile a Irpef. Posso considerarla a mio carico e usufruire delle detrazioni?» Chiedete all’esperto

Massimiliano Casto, autore di questo articolo, è Tributarista e Consulente del Lavoro. Chi avesse interrogativi particolari o volesse sottoporre domande su questioni riguardanti la fiscalità può scrivere a studiocasto@virgilio.it, specificando nell’oggetto: “Fisco semplice”. Altri quesiti li potete trovare qui.

Salve, mia figlia dal mese di settembre 2012 è titolare di un assegno di ricerca universitario che non è assoggettabile a Irpef. Le chiedo se posso considerarla a mio carico e usufruire per l’anno prossimo delle detrazioni di imposta visto che il reddito non deve essere dichiarato. Mia figlia ha diverse spese da detrarre, sia mediche che altre obbligatorie (contributi all’Enpaf) e quindi, per non perderle, in qualche modo deve essere fatto il 730. La ringrazio in anticipo.

Risposta
Per prima cosa è opportuno chiarire che l’assegno – o borsa di ricerca – post-laurea è conferito dall’università mediante procedura di valutazione comparativa, a seguito della quale viene stipulato un apposito contratto di diritto privato avente le seguenti caratteristiche:

  • non configura un rapporto di lavoro subordinato;
  • l’attività dell’assegnista è strettamente correlata con la realizzazione di un programma di ricerca e si svolge in condizioni di autonomia;
  • l’attività dell’assegnista presenta carattere continuativo, temporalmente definito e in rapporto di coordinamento rispetto alla complessiva attività dei responsabili della ricerca.

Tale assegno di ricerca può avere una durata compresa tra uno e tre anni e può essere rinnovato. Il rinnovo, comunque, non può avere durata inferiore a un anno.

Dal punto di vista fiscale, la materia dell’imposizione tributaria dell’assegno di ricerca è inquadrata dall’Agenzia delle Entrate con una risoluzione, cioè la n.120/E del 22 novembre 2010, con la quale ha ammesso, come reddito esente, le borse di studio erogate dalle università per lo svolgimento di attività di ricerca post-dottorato. Infatti, con la circolare, viene stabilito che anche per le borse di studio, borse di dottorato e per l’assegno per ricerca universitaria è prevista l’esenzione dall’Irpef come già disposto dall’art 4 della legge 476 del 1984 concernente “disposizioni in materia di agevolazioni fiscali”.

Praticamente i contribuenti che percepiscono un assegno di ricerca o una borsa post laurea, visto che questi sono redditi esenti, non devono presentare alcuna dichiarazione dei redditi, poiché questi introiti non sono imponibili Irpef e pertanto non vanno dichiarati.

Sua figlia potrà benissimo essere considerata familiare fiscalmente a carico e usufruire delle detrazioni per carico di famiglia e delle detrazioni per le spese sostenute. È utile inoltre ricordare che possono essere considerati a carico solo i familiari che non dispongono di un reddito proprio superiore a 2.840,51 euro al lordo degli oneri deducibili (infatti sono esclusi alcuni redditi esenti fra i quali le pensioni, indennità e assegni corrisposti agli invalidi civili, ai sordomuti, ai ciechi civili).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Una Chevrolet così potente non la si era mai vista. Del resto, mai una Corvette di serie si era spinta tanto in là. La nuova ZR1 promette di scrivere un inedito capitolo della storia della Casa americana. Attesa sul mercato dalla primavera del 2018, la sportiva a stelle e strisce vede il V8 6.2 sovralimentato […]

L'articolo Chevrolet Corvette ZR1 2018: lo show dei record proviene da RED Live.

Il Ciclocross moderno ha poco a che vedere con ciò a cui eravamo abituati: percorsi più tecnici e veloci hanno portato a un cambiamento nelle attitudini dei biker, che devono essere assecondate da biciclette altrettanto evolute. Canyon ha progettato la nuova Inflite CF SLX con in mente proprio queste rinnovate esigenze e l’ha dotata di […]

L'articolo Canyon Inflite CF SLX proviene da RED Live.

Anche se ottima ventilazione, aerazione, visiera amovibile e comfort sono aspetti molto importanti in un casco da bici, la differenza reale la fa la capacità di proteggere… Bontrager ha scelto di affidare la nostra sicurezza alle mani, o meglio, alla tecnologia di MIPS, dotando il nuovo Quantum del MIPS Brain Protection System, che a oggi rappresenta […]

L'articolo Bontrager Quantum MIPS, nuova sicurezza proviene da RED Live.

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download