Google+

Egitto. «Issata bandiera di Al Qaeda su una chiesa. Nessuno protegge i cristiani dalla furia islamista»

agosto 11, 2013 Redazione

Violenze, sacerdoti uccisi, accuse di blafemia. «Copti capro espiatorio del desiderio di vendetta dei Fratelli Musulmani. E nessuno li protegge. Centomila in fuga». L’allarme di Acs

Articolo tratto da Radio Vaticana – Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, si è detto «profondamente preoccupato» per la situazione di instabilità in Egitto e ha lanciato un appello ai leader «per evitare azioni e parole che possono essere interpretate come provocazioni». Intanto, è allarme anche per la comunità cristiana, il 10 per cento della popolazione, verso la quale si moltiplicano gli episodi di discriminazione. Michele Raviart ne ha parlato con Marta Petrosillo, portavoce di Aiuto alla Chiesa che soffre: «La comunità cristiana in Egitto oggi è davvero molto preoccupata perché temeva – e purtroppo gli episodi lo confermano – di divenire il “capro espiatorio” del nervosismo e del desiderio di vendetta dei Fratelli Musulmani. Nei giorni delle proteste in Egitto tantissimi cristiani hanno detto: “Abbiamo paura perché adesso non sappiamo cosa potrà succederci”».

Quali sono le discriminazioni che hanno subìto?
È stata issata una bandiera di Al Qaeda sopra una chiesa, mentre i fedeli si rifugiavano all’interno; è stato ucciso un sacerdote nel Sinai e pochi mesi fa il caso emblematico di due bambini accusati di blasfemia – e prima dell’avvento dei Fratelli Musulmani non si era mai parlato di accuse di blasfemia. Anche la nuova Costituzione è stata una ferita alla comunità cristiana: le Chiese cristiane hanno ritirato i propri rappresentanti dall’Assemblea Costituente perché il testo apriva a possibili discriminazioni.

I sostenitori dei Fratelli Musulmani accusano i cristiani di aver contribuito alla caduta di Morsi. Qual è la loro posizione in questa crisi?
La Chiesa non ha messo il veto alla partecipazione dei cristiani alle manifestazioni anti Morsi; ognuno è stato libero di scendere in piazza oppure meno. Sicuramente la comunità cristiana è sempre stata molto titubante sin dall’inizio: l’anno scorso a giugno, quando c’è stato il ballottaggio tra Morsi e il generale Shafiq, la maggior parte dei cristiani ha votato per Shafiq… Anche se un controllo da parte dell’esercito può limitare la libertà, un partito estremista può portare ad una limitazione ulteriore della libertà religiosa alla comunità cristiana. Di fatto viene considerata una “comunità di serie B”.

Sedici organizzazioni per i diritti umani egiziane hanno accusato le autorità di non proteggere abbastanza questa comunità, sia per quanto riguarda la loro incolumità, sia per quanto riguarda la loro libertà di professare la loro fede.
Purtroppo è vero. Sicuramente con una condizione caotica, come quella dell’Egitto oggi, è anche difficile garantire sicurezza ai cristiani che – essendo minoranza – sono molto più vulnerabili. Questa è una situazione che purtroppo non si verifica solamente ora, ma già da più di un anno tantissimi copti hanno lasciato l’Egitto. È difficile in questi casi avere delle stime esatte, ma si parla addirittura di 100 mila cristiani che hanno abbandonato l’Egitto proprio per paura.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. marzio scrive:

    Questi sono i “moderati” e “democratici” fratelli mussulmani ,amici ed alleati dei nostri governi occidentali.

    • beppe scrive:

      mi unisco agli auguri per la fine del ramadan e per i frutti spirituali che vedremo in futuro.

    • beppe scrive:

      aspettiamo la nuova PR del vaticano, francy imma chaouchi, italo tunisina, che sicuramente gliele canterà direttamente in arabo.

  2. remo scrive:

    Ecco cosa succede quando la spiritualità, momento magico personale e irripetibile in cui l’irrazionale diventa razionale e dove bisognerebbe trovare la forza di essere uomini migliori, viene elevata da un gruppo non pensante di persone ad unica ragione di esistenzialismo in cui la realtà e i sentimenti personali vengono annullati, calpestati, devastati, al solo scopo di creare un’unica forma pensante ed omologata. Come i Borg di Star Trek. Senza rendersi conto che così facendo si va ad annullare l’unica prerogativa umana degna di essere salvata, il pensiero. Pensiero che a volte distorto ha creato brutture inenarrabili, ma al contempo ha creato forme di pensiero e di arte assolutamente al di sopra della semplice e pura sublimazione.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“Traffico in tilt”, “Caos viabilità”, “Bus e tram a singhiozzo”, “Allarme smog e traffico record” sono solo alcuni esempi di titoli che puntualmente leggiamo sui vari canali di informazione e di situazioni che ci troviamo ad affrontare quasi ogni giorno. Ciò si verifica anche nella Capitale, dove la viabilità è una questione tra le più complesse a livello europeo […]

L'articolo Lo scooter “al minuto” eCooltra sulle strade della Capitale proviene da RED Live.

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana