Google+

Common Core. La riforma scolastica di Obama «è un disastro» perfino per il suo partito

febbraio 18, 2014 Redazione

Nello stato di New York solo uno studente su tre ha passato i test. Con le nuove norme gli studenti «non vogliono più andare più a scuola», dice una preside al New York Times

La riforma scolastica promossa da Barack Obama per allineare le norme di tutti gli stati americani in materia di istruzione continua a essere sommersa dalle critiche. Questa volta, però, non da parte della destra, dei letterati e dei cattolici. Scrive infatti il New York Times che il nuovo «coro di denunce contro il Common Core proviene da uno degli stati più “liberal”, e uno dei primi ad adottare le norme, New York». Spinti dai risultati disastrosi dei nuovi test scolastici, i rappresentanti del partito democratico e del partito repubblicano all’assemblea statale hanno invitato il governatore democratico Andrew Cuomo a rivedere la legge del 2012 che applica in tutto lo stato di New York le norme comuni per l’istruzione volute da Obama.

IL TEST FLOP. Il malcontento contro le norme comuni, secondo il New York Times, è scaturito in particolare dopo la pubblicazione della performance degli studenti dello stato: «Solo il 31 per cento degli studenti in tutto lo stato ha superato gli esami in letteratura e matematica lo scorso anno», spiega il quotidiano americano. Il risultato è tanto più preoccupante, continua il New York Times, perché attesta un calo della performance «del 55 per cento in letteratura e del 65 per cento in matematica rispetto al 2012». E sulla base di questi risultati «molti insegnanti potrebbero anche essere licenziati». Per questo, la scorsa settimana, l’assemblea statale ha fatto una richiesta bipartisan al governatore Cuomo perché sospenda l’utilizzo dei test per misurare la qualità degli insegnanti. «Alcuni insegnanti hanno giustificato i punteggi bassi – avverte il New York Times – perché non erano stati completamente formati sull’utilizzo delle norme, e non avevano ricevuto nuovi libri di testo e materiali didattici».

«I RAGAZZI NON VOGLIONO PIÙ ANDARE A SCUOLA». «Se non rallentiamo questa cosa, avremo molti problemi», dice al New York Times, Catherine T. Nolan, funzionario del partito democratico a capo dello State Assembly Education Committe. Persino il Board of Regents di New York, che supervisiona tutte le attività educative nello stato, ha votato a favore di una sospensione di cinque anni per l’entrata in vigore delle norme per quanto riguarda i diplomati della scuola superiore. Infatti è proprio nelle scuole superiori newyorkesi che cova l’ostilità maggiore nei confronti della riforma scolastica. Carol Burris, preside di un liceo di Long Island, nominato il migliore dello stato nel 2013, definisce il Common Core «un disastro». «Vediamo ragazzi – ha detto al quotidiano americano – che non vogliono più andare più a scuola» a causa delle nuove norme. La preside ha spiegato che le prescrizioni del Common Core in matematica anticipano di un anno l’insegnamento di alcuni argomenti e li spiegano «in un modo più difficile». Secondo la preside, il Common Core  «sta creando una generazione di giovani studenti che imparerà a odiare la matematica».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana