Google+

«Da De Magistris un premio alla camorra». E il Corriere scassa il sindaco scassatore

settembre 13, 2013 Redazione

Antonio Polito firma sul Corriere della Sera un editoriale molto istruttivo sull’idea di giustizia promossa in Italia dai cosiddetti “cultori della legalità” (anche detti “partigiani della Costituzione”), oggi in parte organizzati in veri e propri partiti o movimenti (arancioni). Questi manettari invocano l’invasione giudiziaria di ogni campo della vita dei cittadini ma, scrive Polito, «non appena possono premiano l’illegalità», e lo fanno «per demagogia o per calcolo elettorale» se non addirittura per «connivenza vera e propria».

LO SCANDALO. Polito ce l’ha con la Napoli di Luigi De Magistris, «città-faro del movimento giustizialista visto che ha eletto sindaco un pm, dove è stata appena approvata, praticamente all’unanimità, la sanatoria degli occupanti abusivi delle case comunali». Quello delle occupazioni abusive, spiega l’editorialista del Corriere, è nel capoluogo campano «un fenomeno vastissimo: sono circa 4.500 le domande di condono giunte al Comune per altrettanti alloggi». Domande accettate.

INGIUSTIZIA SOCIALE. De Magistris – ricorda sempre il giornalista – ha anche avuto la faccia tosta di spiegare che «non è una sanatoria. Io la chiamerei delibera sul diritto alla casa». Sarebbe dunque una questione di “giustizia sociale”? Proprio per niente. Anzi, è vero il contrario. Perché, scrive furioso Polito, perché «per ogni famiglia che vedrà legalizzato un abuso, una famiglia che avrebbe invece diritto all’abitazione secondo le regole e le graduatorie perderà la casa. Non c’è modo migliore di sancire la legge del più forte, del più illegale».

QUEI FORTINI DELLA MALAVITA. E non è finita. Secondo Polito «la sanatoria non è solo iniqua, è anche un premio alla camorra organizzata». Infatti, come ormai sanno tutti in Italia, e come è stato anche «provato da inchieste giornalistiche e giudiziarie», «”l’occupazione abusiva di case è per i clan la modalità privilegiata di occupazione del territorio”, come ha detto un pubblico ministero». Nella mani della camorra, i palazzoni popolari si trasformano in «fortini, canyon chiusi da cancelli, garitte, telecamere, posti di blocco, praticamente inaccessibili dall’esterno e perfetto nascondiglio per latitanti, armi e droga».

A PROPOSITO DI LEGALITÀ. Può essere che il sindaco De Magistris non sappia tutto questo? Certo che lo sa. Gigetto ha fatto il pm, ricorda Polito, e forse non a caso «ha evitato di assumersi in prima persona la responsabilità di questa scelta», lasciandola fare però al Consiglio comunale. L’ex magistrato promise che a Napoli, una volta al potere, avrebbe “scassato tutto”, egemonia camorrista compresa. Ma «se De Magistris volesse dare un colpo serio alla criminalità organizzata nella sua città, potrebbe forse cominciare col guardare nell’elenco di occupanti abusivi che il suo Comune ha appena deciso di legalizzare».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana