Google+

I 13 tifosi dell’Iraq, “martiri” per la bellezza del calcio che i tagliagole dell’Isis non possono capire (ma Dio sì)

gennaio 20, 2015 Pino Suriano

giordania-iraq-2

Cari miliziani dell’Isis, ma almeno l’avete visto il gol di Yaser Kasim? Non potete vederlo su uno schermo? Ok, ve lo racconto io. Minuto 77, difesa schierata. Lui che fa? Triangolo, controllo da manuale, poi uno, due, tre dribbling (l’ultimo da fuoriclasse) e palla in rete, non senza la fortunata deviazione di un avversario (il divino aiuta sempre le grandi cose: è per ricordarci che non le facciamo da soli).

giordania-iraq-1Gruppo D della Coppa d’Asia, l’Iraq passa sul campo della Giordania, si va ai quarti. È il 12 gennaio 2015. Tredici ragazzi in quell’istante sono davanti alla tv, esultano, si abbracciano. Non se la sarebbero persa per tutto l’oro del mondo quella sfida, l’hanno pagata “un tantino” di più.

Si può morire per quella piccola gioia, come è accaduto a loro, uccisi dai miliziani dello Stato islamico perché il dio vero odierebbe il calcio, secondo la sharia. Fucilati per questo.

Si poteva anche vivere senza quella gioia piccola, dirà qualcuno. No. Se c’è un motivo per vivere è godere di ciò che è bello. Tutto il resto (lavoro, doveri, impegni, missioni, e pure le religioni) è un mezzo: il fine è godere. Gaudium, dice la Chiesa.

Non sono morti per una cosa piccola. Sono morti, “martiri” direi, per il motivo più sacro, divino, religioso. Più sacro di tutte le vignette del mondo, più di tutte le grani battaglie civili: un istante di bellezza. È per difendere questo, in fondo, che le battaglie civili si fanno. Non sono morti per un’idea, ma per un gusto.

giordania-iraq-5Bello e triste allo stesso tempo, poi, è pensare che sia stato il calcio quell’istante pagato tanto caro. È “caro” anche a me, quel capolavoro umano di bellezza nato in Inghilterra (non solo umano, dicevo prima) che accende gli animi, li scalda, li fa innamorare e talvolta colpire. Abbiamo visto tante volte la follia “ultrà” di chi colpisce per il calcio e le passioni che suscita, mai avevamo visto colpire contro la passione (chiedo scusa a tutti i familiari delle vittime da stadio, ma mi sembra anche peggio).

Je suis football allora. Come prima, oggi più di prima.

Cari miliziani dell’Isis, sappiatelo: Dio è certamente un grande appassionato di calcio. E non è neppure neutrale. Il 12 gennaio ha tifato per l’Iraq, con loro. Che li abbia in gloria, e che vi perdoni.

“Je suis footbal, je suis l’Iraq”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Matteo Bassi says:

    Dio li ha in gloria,di certo

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.

Dettagli scuri e connettività Android Auto ed Apple CarPlay per la piccola del Leone un po' speciale

L'articolo Peugeot 208 Black Line, edizione limitata in salsa dark proviene da RED Live.