Google+

La famiglia è il tesoro nascosto dell’Italia. E difenderla non è roba da clerico-fascisti

marzo 11, 2015 Pippo Corigliano

pl_famiglia1Il nostro Paese ha un tesoro nascosto che è la famiglia. È la famiglia che forma persone oneste, stabili affettivamente, capaci d’intraprendere. È la famiglia che insegna a risparmiare, a non sprecare, a prendersi delle responsabilità. Solo i figli porteranno avanti il Paese, come affermano gli economisti.

Si obietterà che la famiglia è in crisi e che i matrimoni non reggono, ma il bicchiere è mezzo pieno: ci sono famiglie solide che non sono in crisi. Restano due pregiudizi che pesano sui nostri governanti. Uno è che la famiglia è un valore “cattolico” e, siccome le lobby dominanti sono contrarie alla Chiesa cattolica, la famiglia va trascurata se non disprezzata. L’altro pregiudizio è che Mussolini voleva famiglie numerose per disporre di otto milioni di baionette: sostenere la famiglia sarebbe quindi un atteggiamento clerico-fascista, quanto di peggio si possa immaginare.

Se vogliamo rifarci alla storia è bene ricordare che l’imperatore Augusto promulgò leggi a favore del matrimonio e della nascita di figli perché si era reso conto che la denatalità avrebbe portato Roma alla rovina. Cosa aspettano cattolici e non cattolici a premere sui governanti perché si prendano provvedimenti a favore del matrimonio e delle nascite? Oggi possono permettersi figli solo donne quarantenni che più o meno hanno risolto i problemi economici. I giovani sposi che fanno figli sono degli eroi, considerati incoscienti dall’opinione pubblica. Occorre energia per affermare queste verità evidenti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

6 Commenti

  1. Andrea Brandi scrive:

    La famiglia è il cancro dell’Italia e dell’intero occidente. La cultura della famiglia è la cultura delle cricche, delle caste e delle “famiglie” mafiose. Finché non si comprenderà che il concetto cristiano di famiglia è ciò che ha spinto la nostra società nell’oblio del razzismo e del nazionalismo, allora metteremo sempre la nostra famiglia o le cricche di cui facciamo parte, prima del bene comune.

    • Barbara scrive:

      Hai dei problemi seri…..

    • Emanuele scrive:

      La dichiarazione universale dei diritti umani, recita all’art. 16:

      La famiglia è il nucleo naturale e fondamentale della società e ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato.

      Ora ben saprai che la Dichiarazione è di stampo liberal – massonico, quindi anticristiano. …

      • starise scrive:

        No, tutto è cristiano nel mondo occidentale. L’Islam non esisterebbe senza il cristianesimo. La scienza è cristiana. L’ateismo stesso è cristiano nella sua essenza.
        Certo, mi rendo conto che è difficile da capire, ma tant’è.

  2. Antonio scrive:

    molto meglio clerico-fascista che balordo-progressista

  3. susanna rolli scrive:

    Caro Andrea, sei nato da un uomo e una donna -fino a prova contraria-, cresciuto in una famiglia.Ci sono le famiglie “vuote” che sanno trasmettere ai figli sono il vuoto e famiglie alla cui base c’è Dio, sono moralmente valide e trasmettono i loro valori morali ai figli, così, senza neanche tanto forzo…E SONO FELICI! (questo forse a qualcuno potrà dispiacere).

    Buona giornata!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arexons lancia un’applicazione per rispondere a dubbi e curiosità sui prodotti più indicati per la cura e la manutenzione dell’auto.

La monovolume coreana, disponibile anche a sette posti, beneficia di un restyling di metà carriera che porta in dote inedite dotazioni multimediali e di sicurezza. Grazie a un nuovo pack tecnico si riducono i consumi del 1.7 td da 115 cv.

Debutta a Parigi l’edizione limitata a 50 esemplari della serie speciale ispirata al marchio nautico italiano. Alla dotazione full optional e alle finiture ricercate si accompagnano motori a benzina 1.2 aspirato da 69 cv o 0.9 TwinAir turbo da 85 o 105 cv.

Grazie alla partnership con l'azienda di Asolo, l'airbag per motociclisti entra nella collezione BMW Motorrad. Ci sono proposte di vari colori, per uomo e donna.

Gli atleti dello scatto fisso saranno a Milano, il 1 ottobre, per giocarsi la vittoria finale del Red Hook, il criterium più ardito del mondo.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana