Google+

Al ristorante dello Sri Lanka mangi bene e spendi poco

novembre 30, 2013 Tommaso Farina

Spendere poco e mangiar bene: il sogno dell’umanità. Sempre meno sono i “ristoranti salvagente”, quelli dove gusti una bella cena senza prosciugare il portafoglio, magari uscendone contento. Sempre più, viceversa, sono i locali-fregatura, quelli dove magari spendi pochissimo ma nel piatto hai roba di dubbia commestibilità. A Milano proliferano i cosiddetti “all you can eat”: ristorantoni spersonalizzanti, di solito a gestione cinese, dove pagando un prezzo fisso (quasi sempre inferiore ai 20 euro) hai il miraggio di “mangiare quello che vuoi”. Peccato che questo mangiare a volte sfidi qualunque buonsenso gustativo, anche per il divoratore compulsivo.

Prima che queste “fabbriche del mangiare” diventassero di moda, il Lucky Seven di Milano già applicava questa formula. Qui però niente cibaria pseudo cinese o finti sushi: piatti dello Sri Lanka, in scelta non enciclopedica (una dozzina di portate) ma culinariamente curati e più che accettabili. A pranzo il prezzo è di 10 euro, mentre a cena saliamo a 15 (che da dicembre diventeranno 17), anche se l’offerta è la stessa.
Ti siedi, appendi la giacca nel pratico angolo, e ti servi. Ci sono tre tipi di riso d’accompagnamento (basmati bianco, integrale e allo zafferano), cui accostare pietanze come il maiale con curry e peperone verde, le polpette di verdura, il curry di patate e cipolle (“ala teldalla”), le melanzane “pahi” alle spezie, le lenticchie temparaduwa (con peperoncino, curry e cipolle), i bocconcini fritti di pesce smeriglio (una specie di squalo). In un angolo, i cibi superpiccanti, come il pollo stew o i calamari ai peperoni. L’offerta cambia spesso.

C’è un angolo ove comporsi insalate miste, se a qualcuno interessa. Di scarso spessore i dolci, non orientali, tipo crème caramel o curiose gelatine multicolori. Da bere, acqua, birra o un paio di vini. L’ambiente è ricavato in una vecchia fabbrica. Non è molto affascinante, ma nemmeno vi impedirà di mangiare con gusto ciò di cui vi servirete da soli.

Per informazioni
Lucky Seven
www.autosrilanka.com/luckyseven/
Via A. Pasinetti, 8 – Milano
Tel. 0257401949
Chiuso martedì

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download