Google+

Barroso e Renzi. Botta e risposta sul deficit

marzo 20, 2014 Chiara Rizzo

Botta e risposta prima del faccia a faccia tra il presidente della Commissione europea e il premier italiano, che gli chiederà di poter alzare il debito al 3 per cento del Pil

È durato un’ora e mezza l’incontro decisivo tra Matteo Renzi e il presidente della Commissione europea Josè Barroso. I due leader hanno parlato della possibilità di aumentare il deficit al 2,8 o addirittura al 3 per cento del Pil per finanziare alcune riforme per l’Italia. È stato Barroso via twitter proprio al termine dell’incontro ad annunciare che “L’Europa sosterrà le riforme in Italia”. Uscito dalla stanza, e incontrando velocemente i giornalisti presenti Barroso ha detto che il summit «È andato bene, molto bene». Prima dell’incontro, Renzi ha partecipato al vertice del Pse, in queste ore partecipa al vertice del Pse, mentre Barroso aveva anticipato alla stampa che «Non posso commentare le dichiarazioni del premier sul deficit, prima di discuterne con lui», tuttavia, «Il rispetto degli impegni presi con l’Ue è fondamentale». «L’Italia è uno dei Paesi che rispetta tutti i vincoli» ha replicato a distanza Renzi.

«PROGRAMMA AMBIZIOSO». Barroso ai giornalisti ha sottolineato, sempre prima del faccia a faccia con Renzi: «Ho comunque preso atto delle dichiarazioni fatte a Berlino. Si è impegnato a un programma molto ambizioso di riforme e allo stesso tempo ha anche detto che avrebbe rispettato tutti gli impegni a livello europeo. Credo che questo sia fondamentale per la fiducia nell’Italia e per tutta l’Ue». Renzi comunque si presenta all’incontro già forte del si incassato da Germania e Francia nei giorni scorsi, un segnale che difficilmente l’Ue può ignorare o sottovalutare.

VAN ROMPUY CAUTO. Il presidente permanente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy a sua volta, intervistato dai cronisti, ha risposto mettendo le mani avanti: «Non ho ancora avuto occasione di parlarne con Renzi che vedrò domani mattina per valutare la natura delle sue dichiarazioni. Naturalmente tutti devono continuare ad applicare le regole concordate. Però discuterò con lui della portata precisa del suo intervento»

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. carolus says:

    L’Europa ce lo chiede ! Quante cose ci chiede l’Europa che vengono avvolte nella nebbia e rispolverate solo quando fanno comodo ai politici per giustificare le loro scelte.

    Ce ne sono alcune, come la responsabilità civile della casta degli intoccabili che vengono tenute nascoste.
    La responsabilità civile dei giudici esiste in tutta Europa ed è sacrosanto che anche questi signori rispondano dei loro atti come avviene per i medici.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download