Google+

«Avere il controllo sulla propria morte»: perché gli abitanti di Washington scelgono il suicidio assistito

aprile 15, 2013 Leone Grotti

Nello Stato di Washington il suicidio assistito è legale dal 2009. Uno studio rivela cosa spinge le persone ad uccidersi.

Non è il “dolore insopportabile” a portare gli abitanti dello Stato di Washington a richiedere il suicidio assistito, secondo uno studio pubblicato l’11 aprile sul New England Journal of Medicine da Elizabeth Trice Loggers, responsabile delle cure palliative al Seattle Cancer Care Alliance (Scca). Nello Stato di Washington il suicidio assistito è legale dal 5 maggio 2009, grazie ad un referendum che ha approvato la legge sulla “Morte dignitosa”. Da allora alla fine del 2011, 255 persone hanno ottenuto dai medici una prescrizione per avere la dose letale con cui suicidarsi. Di questi, 40 sono stati trattati al Scca, che ha stilato un rapporto pubblicato appunto sul New England Journal of Medicine.

CONTROLLARE LA MORTE. Secondo lo studio, a fare richiesta del suicidio assistito sono «persone che vogliono essere indipendenti e vogliono avere il controllo sulle condizioni e il momento della loro morte». Delle 40 persone che hanno ottenuto il farmaco letale, 23 l’hanno assunto morendo in media dopo 35 minuti, 16 hanno deciso di non usarlo e sono morti per il decorso della malattia, mentre una persona ha assunto la dose letale ma ha impiegato più di un giorno a morire. La famiglia si è lamentata per il disagio e l’enorme stress causato da questa situazione.

SUICIDARSI IN PRIVATO. Come riporta lo studio, i pazienti hanno richiesto di morire con il suicidio assistito a causa della «mancanza di autonomia» (97%), della «incapacità a partecipare a attività piacevoli» (89%) e della «perdita di dignità» (75%). Solo il 22 per cento ha affermato di avere dolori insopportabili o di temere di averli in futuro. Secondo la legge, la medicina letale può essere consegnata solo a chi ha aspettative di vita inferiori o pari a sei mesi e deve essere assunta dal paziente senza l’assistenza del medico. Il paziente, inoltre, non può suicidarsi in un luogo pubblico.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi