Google+

«Avere il controllo sulla propria morte»: perché gli abitanti di Washington scelgono il suicidio assistito

aprile 15, 2013 Leone Grotti

Nello Stato di Washington il suicidio assistito è legale dal 2009. Uno studio rivela cosa spinge le persone ad uccidersi.

Non è il “dolore insopportabile” a portare gli abitanti dello Stato di Washington a richiedere il suicidio assistito, secondo uno studio pubblicato l’11 aprile sul New England Journal of Medicine da Elizabeth Trice Loggers, responsabile delle cure palliative al Seattle Cancer Care Alliance (Scca). Nello Stato di Washington il suicidio assistito è legale dal 5 maggio 2009, grazie ad un referendum che ha approvato la legge sulla “Morte dignitosa”. Da allora alla fine del 2011, 255 persone hanno ottenuto dai medici una prescrizione per avere la dose letale con cui suicidarsi. Di questi, 40 sono stati trattati al Scca, che ha stilato un rapporto pubblicato appunto sul New England Journal of Medicine.

CONTROLLARE LA MORTE. Secondo lo studio, a fare richiesta del suicidio assistito sono «persone che vogliono essere indipendenti e vogliono avere il controllo sulle condizioni e il momento della loro morte». Delle 40 persone che hanno ottenuto il farmaco letale, 23 l’hanno assunto morendo in media dopo 35 minuti, 16 hanno deciso di non usarlo e sono morti per il decorso della malattia, mentre una persona ha assunto la dose letale ma ha impiegato più di un giorno a morire. La famiglia si è lamentata per il disagio e l’enorme stress causato da questa situazione.

SUICIDARSI IN PRIVATO. Come riporta lo studio, i pazienti hanno richiesto di morire con il suicidio assistito a causa della «mancanza di autonomia» (97%), della «incapacità a partecipare a attività piacevoli» (89%) e della «perdita di dignità» (75%). Solo il 22 per cento ha affermato di avere dolori insopportabili o di temere di averli in futuro. Secondo la legge, la medicina letale può essere consegnata solo a chi ha aspettative di vita inferiori o pari a sei mesi e deve essere assunta dal paziente senza l’assistenza del medico. Il paziente, inoltre, non può suicidarsi in un luogo pubblico.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.