Abusi. Il cardinale Pell farà ricorso all’Alta corte

Condannato in secondo grado, l’ex tesoriere vaticano farà leva sulla relazione di dissenso di uno dei tre giudici della Corte d’appello: «Non è colpevole oltre ogni ragionevole dubbio, deve essere prosciolto»