Sondaggi: centrodestra avanti, Grillo e Monti perdono voti

La coalizione di centrodestra è al 31,7 per cento. Il centrosinistra al 31,4. Il Pdl ha guadagnato tre punti, Monti e Grillo ne hanno persi 2.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sondaggi pubblicati dal Corriere della Sera mostrano che se si andasse a votare domani il centrodestra vincerebbe le elezioni. Il Pdl infatti è cresciuto dalle consultazioni di febbraio di quasi il 3 per cento attestandosi al 24,5 per cento dei voti. La coalizione raggiungerebbe il 31,7 per cento. Il centrosinistra è secondo con il 31,4 per cento dei voti: anche il Pd è dato in crescita di quasi tre punti e con il 28,6 per cento dei voti sarebbe il primo partito.

MALE MONTI E GRILLO. La crescita di Pd e Pdl va a discapito di Grillo, che rispetto al risultato delle ultime elezioni perde in questi sondaggi due punti, scendendo al 23,7 per cento, Male anche Scelta Civica con Monti per l’Italia, che dall’8,3 per cento passa a 6,5. Se dunque a febbraio la coalizione del centrosinistra ha vinto sul centrodestra per uno 0,4 per cento, oggi sarebbe quest’ultima a superare la sinistra per lo 0,3. Questo esito, sottolinea Mannheimer, è confermato da tutte le altre indagini pubblicate in questi giorni.

NO AL GOVERNISSIMO. La maggioranza degli italiani però spera ancora in un governo di larghe intese, anche se oggi il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha chiuso ancora una volta a un governo con Silvio Berlusconi: «No alle larghe intese – ha detto – Noi dobbiamo spiegare perché non vogliamo il governissimo: perché non è la risposta ai problemi, chi ci ha portati fin qui? Non può scomparire dall’orizzonte un decennio dove ne abbiamo visto farne di cotte e di crude e portare questo paese alla deriva. Abbiamo avuto 10 anni di frottole e ingiustizie palesi, un promemoria di come siamo arrivati fin qui è utile».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •