Quel lungo viaggio dal bosco alla casa che si rivelerà un’incredibile scoperta

Al Meeting vi aspetta una piccola avventura che vi farà scoprire la meraviglia della natura e l’intelligenza delle mani

«C’era una volta… “Un re!”, diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno. Non era un legno di lusso, ma un semplice pezzo da catasta, di quelli che d’inverno si mettono nelle stufe e nei caminetti per accendere il fuoco e per riscaldare le stanze. (Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino, Carlo Collodi, 1881)

Un prodotto unico, pensato fino in fondo e rivolto al futuro, nasce dalla manualità, dalla progettualità e dalla tecnologia. Come nella favola di Pinocchio: un materiale – spesso considerato “periferico”– prende nuova vita attraverso il lavoro che lo trasforma. Il lavoro di chi sa vedere dentro un pezzo di legno, qualcosa che ancora non c’è.

È in questo sguardo che sta il fulcro della presenza di FederlegnoArredo al Meeting, che quest’anno porta una nuova mostra dal titolo “Un pezzo di legno non è solo un pezzo di legno”. Un percorso dal bosco alla casa, che si rivelerà un viaggio alla scoperta del mondo. Il legno, infatti, cresce nei boschi e nelle foreste di tutto il mondo e arriva nelle fabbriche, dagli artigiani, nelle imprese che lo lavorano e gli restituiscono una nuova vita, trasformandolo in tavoli, sedie, armadi, comodini, violini e violoncelli, cucchiai, case, città intere. Case belle e accessibili, dove il vivere diventa un buon vivere, costruendo una nuova «economia»: virtuosa e fiorente, rispettosa del bene comune e sostenibile dalle prossime generazioni. Ma le proposte non finiscono qui: sullo stand saranno organizzati anche incontri di grande valenza culturale che vedranno dialogare imprenditori, giornalisti, architetti e professori. Una ulteriore novità di quest’anno è la presenza dei giovani del Polo Formativo del Legno Arredo, che durante la settimana del Meeting realizzeranno un tavolo in legno e dialogheranno con i capitani d’impresa di ieri e di oggi.

I ragazzi del Polo Formativo
Da tre anni a questa parte il Meeting per l’amicizia fra i popoli è ormai diventato un appuntamento fisso, scelto da FederlegnoArredo come evento estivo per la comunicazione del valore sociale e imprenditoriale della filiera, ma non solo. La presenza della federazione al Meeting inizia nel 2011, con l’obiettivo di incontrare i giovani per proporre nuovi percorsi professionali. Dopo due anni, la partecipazione all’edizione del 2013 è culminata con molteplici iniziative: la presentazione del Polo Formativo del Legno Arredo partito a settembre nel cuore della Brianza, conversazioni con gli imprenditori e una mostra dal titolo “L’uomo, la bellezza, il lavoro”. Quest’anno la federazione, dopo un’attenta riflessione sul titolo della manifestazione, rilancia, proponendo un menù ancora più ricco.

Lo scopo sarà quello di dimostrare come il made in Italy sia ancora oggi accessibile a tutti. Senza tradizione, resta solo la serialità di massa, senz’anima. Esiste un’alternativa durevole, fuori dalla massa, originale. Sono le radici del nostro abitare e del nostro vivere quotidiano. Il viaggio dalla materia prima alla casa racconta la meraviglia della natura e l’intelligenza delle mani, la potenzialità del materiale e la sua vita, multiforme e inaspettata, negli oggetti che abitano la casa italiana. Bella e possibile.