Portici, pensionato ucciso per errore

Mariano Bottari, 75 anni, si è ritrovato al momento sbagliato nella stessa via del centro campano dove si stavano inseguendo due motorini. Quando da uno di questi è partito il fuoco, la pallottola ha centrato l’anziano

Un pensionato di 75 anni, Mariano Bottari è stato ucciso oggi alle 11 da un proiettile che lo ha colpito in pieno volto: Bottari stava camminando in strada a Portici. Il delitto inizialmente è apparso incomprensibile agli investigatori, perché Bottari non aveva nemici o persone da cui temere di essere ucciso. Solo in un secondo momento si è compresa la più inquietante causa della sua morte.

L’INSEGUIMENTO. Attraverso la ricostruzione dei filmati delle telecamere di sicurezza in strada, e ascoltando i vari testimoni, le forze dell’ordine si sono infatti convinte dell’ipotesi che Bottari sia stato ucciso per un assurdo errore. L’anziano si è trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato, dato che nella via dove stava camminando all’improvviso sono apparsi due motorini che si stavano inseguendo. Sul primo viaggiava una persona, inseguita da un altro scooter con a bordo altri due uomini, che urlavano «Ti uccidiamo!». Nel momento in cui però hanno fatto fuoco, il proiettile ha raggiunto invece il povero Bottari. Malgrado i passanti siano accorsi subito a soccorrerlo per l’uomo non c’è stato nulla da fare.