Paritarie. Grazie alla Cei per il sussidio alle famiglie

Un gruppo di genitori ha scritto al presidente della conferenza episcopale italiana. «Sentiamo la Chiesa come alleata nella nostra opera educativa»

Pubblichiamo la lettera che un gruppo di genitori ha scritto al presidente della Conferenza episcopale Gualtiero Bassetti per ringraziarlo dell’impegno messo in campo dalla Chiesa italiana in favore delle famiglie i cui figli frequentano le scuole non statali. Chi volesse aggiungersi nei ringraziamenti può farlo qui.

A  S.E. card. Gualtiero Bassetti
Presidente Cei

E per conoscenza a

S.E.R. Mons. Stefano Russo
Segretario generale

Mons. Valentino Bulgarelli
Sottosegretario Cei

Don Ivan Maffeis
Parroco Rovereto

dott. Ernesto Diaco
Direttore dell’Ufficio Nazionale per l’educazione, la scuola e l’università

Siamo un gruppo di genitori che ha beneficiato del sussidio della Conferenza episcopale per studenti bisognosi delle scuole paritarie secondarie di primo e secondo grado e volevamo ringraziarLa per questa iniziativa.

Il sussidio si è rivelato indispensabile per aiutare le nostre famiglie a sostenere il costo della retta in questo anno così difficile per la pandemia del Coronavirus. Un aiuto concreto e intelligente che la Cei ha previsto per gli utenti di tutte le scuole paritarie, non solo di quelle cattoliche, e che dimostra quanto la Chiesa abbia a cuore l’educazione di tutti.

Fra questi, certamente, ci siamo noi, genitori di ragazzi che frequentano tali istituti che ancora oggi subiscono una discriminazione da parte dello Stato che, sebbene siano passati vent’anni dalla Legge 62/2000, non ha mai dato piena attuazione alla parità lì garantita.

È questo un problema ormai annoso che costringe spesso le scuole a dover ogni anno far appello alle famiglie per poter garantire la propria sopravvivenza. Non è sbagliato dire che questa situazione già difficile sarebbe diventata drammatica senza l’intervento della Cei: è molto probabile che molte famiglie non avrebbero potuto garantire per quest’anno l’iscrizione dei propri figli agli istituti paritari, con tutte le conseguenze che si possono facilmente immaginare.

Per questo volevamo ringraziarLa. L’aiuto concreto messo in campo dalla Cei è per noi un segno potente di quell’attenzione che la Chiesa ha da sempre verso le nostre famiglie e che permette a tante di esse di attuare quella libertà di scelta che il nostro Stato sembra sopportare con fastidio.

È soprattutto per noi il segno che non siamo i soli a ritenere queste scuole indispensabili perché nel nostro Paese possa esserci un reale pluralismo educativo.

Sebbene non tutte, la maggior parte di esse sono d’ispirazione cattolica. Eminenza, noi le abbiamo scelte proprio per questo motivo: non tanto perché siano le migliori o le meglio organizzate, quanto perché in esse la tradizione cristiana è proposta ai nostri figli senza pregiudizi, liberamente e con entusiasmo. Siamo quindi confortati dal fatto che i nostri sacrifici siano condivisi da quella Chiesa che sentiamo come madre e maestra e che sentiamo come alleata in quell’opera educativa che non può fare a meno della collaborazione della famiglia, degli insegnanti e di tutta la comunità cristiana.

Incoraggiati dall’aiuto che Lei e i vescovi italiani ci avete dato, volevamo ringraziarvi e assicurarvi che continueremo a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità affinché le scuole paritarie possano continuare nel nostro Paese a svolgere questo importante compito, per il bene nostro e di tutti.

Primi firmatari

Marta Pellegatta, Dario Fossati, Micaela Corato, Emanuele Boffi, Veronica Viganò, Gianmaria Maccarani, Marco Rossi, Maria Crema, Savino e Antonella Ziliani, Paolo e Elena Serrao, Lorenzo e Fiorella Ciotta, Francesco Cucco, Francesca Scanziani, Duccio Ulivelli, Elisabetta Baudassi, Stefano Zanetto, Maria Invernizzi, Luca Santambrogio, Chiara Govetto, Antonio Gesualdi, Lucia Lamperti, Giovanni Lisbona, Silvia Campi, Francesco Curto, Elena Puricelli, Gaia Carlotti Cafaro, Silvio Citterio, Katia Tosatto, Ian Farina, Cristina Bruno, Graziano Tribbia, Francesca Pellicioli, Fiorenzo Facchinetti, Silvia Parigi, Andrea Galafassi, Elena Carcano, Francesco Giuliani, Letizia Salvadè, Matteo Meroni, Katia Fracassi, Davide Rizza, Chiara Ghidinelli, Nicola Signorelli, Cecilia Carrettini, Gennaro Ascione, Michela Rizza, Diego Gabbiani, Silvia Fossati, Luca Destro, Emanuela Schiavon, Paolo Rossi, Elena Pomili, Marco Rossetti, Roberta Varagnolo, Alessandro Ardizzon, Cristina Padova, Giangiacomo Carbone, Boscolo Chiara, Fabio Bonetti, Alessia Ricci, Luca Scipioni, Elisabetta Loda, Chiara Marchisio, Simone Bertoli, Elena Chierici, Luca De Simoni, Anna Saladini, Giovanni Patelli, Giovanna Parola, Gianni Filipponi, Dario Gallotti, Tiziana Peritore, Roberto Peritore, Anna Suma, Stefano Boffi, Vera Molino, Emanuele Belloni, Margherita Rango, Giacomo Marcheselli, Francesca Ripepi, Paolo Cottini, Paolo Bonora, Laura Mascherpa, Veronica Pulici, Carlo Corti, Manuel Corato, Lucia Maniscalco, Riccardo Derivi, Betty Galbiati, Silvia De Simoni, Elena Baggio, Pasquale Delfino, Martino Marai, Serena Zini, Lara Piffer, Paolo Nordio, Giovanni Romolotti, Simona Guffanti, Davide Bertani, Marta Ciacci, Leonardo Spezzibottiani, Lia Brughera, Luca Bertocchi, Massimiliano Perri, Lorenza Tettamanti, Michele Rusmini, Chiara Gadia, Vanna Muzzio, Pino Nicolino, Elisabetta Iuliano, Lorenzo Margiotta, Pietro Perego, Giuditta Arrigoni, Chiara Carulli, Stefano Martini, Sara Franzini, Davide Maggiani, Lorenzo Bergamaschi, Giuliana Colapietro, Valentina Minetti, Andrea Carmo, Marco e Barbara Marras, Caterina Massari, Mauro Cattaneo, Giovanna Pianta, Gabriele Rossi, Paolo Lolli Ceroni, Benedetta Vicentini,  Serena Elli, Daniele Citterio, Simone Finotello, Serena Vianello, Gianluca Samsa

Foto Ansa