Papa Francesco incontra il marito di Asia Bibi: «Prego per lei e per tutti i cristiani perseguitati»

L’incontro è avvenuto ieri in piazza San Pietro al termine dell’udienza generale. Ashiq Masih e la figlia hanno detto di essere «confortati e più speranzosi» perché il Papa prega per Asia Bibi

papa-francesco-ashiq-masih

Ieri papa Francesco ha incontrato per la prima volta il marito di Asia Bibi, Ashiq Masih (secondo da sinistra nella foto), e una delle sue cinque figlie, Eisham (al centro). Il breve incontro è avvenuto in piazza San Pietro, subito dopo l’udienza generale, a cui hanno potuto assistere in prima fila i familiari della donna cattolica pakistana, condannata ingiustamente a morte per blasfemia e in carcere da oltre 2.000 giorni.

«PREGO PER ASIA BIBI». Ashiq Masih, accompagnato dal presidente di HazteOir.org, Ignacio Arsuaga, e da Joseph Nadeem, ha chiesto al Papa di «pregare per Asia Bibi, per noi e per tutti i cristiani in Pakistan». Il Santo Padre ha stretto la mano al marito di Asia Bibi e ha risposto: «Prego per Asia, per voi e per tutti i cristiani che soffrono».

«CONFORTATI DAL PAPA». Come riferito a tempi.it, Ashiq Masih e la figlia sono rimasti «molto contenti» dell’incontro con il Papa, anche se breve. A chi era con loro hanno detto che pregare in piazza San Pietro con tutto il popolo cristiano è stata un’esperienza «toccante e impressionante». Inoltre, hanno aggiunto di essere «confortati» dal fatto che il Papa preghi per Asia Bibi e che questo «aumenta» la loro speranza che venga alla fine scagionata.

Foto Citizengo Flickr