Google+

L’orchestra, la sinfonia di Brahms, l’ovazione per il bis. E si alzano in piedi le violiniste. Sortilegio alla Scala

settembre 15, 2014 Marina Corradi

Una cosa mai vista è successa il 5 settembre nel teatro della Milano bene: orchestrali che si cimentano nel canto. Nel silenzio meravigliato della Scala

mito-budapest-festiva-orchestra-scala-milano

Milano, 5 settembre, Teatro alla Scala. La stagione riapre con la Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer, per la rassegna di MiTo. Nella serata tiepida la Milano bene prende posto in platea. Brahms, stasera: la Terza e la Quarta sinfonia.

L’orchestra schierata nel suo ordine, nella lucentezza dei fiati ricorda la parata di un esercito. Quando il silenzio è assoluto, il maestro chiama la prima nota. Il Brahms della Terza, la Renana, ci avvolge in un paesaggio di brume e orizzonti grigi e incombenti. Nella Quarta, sull’armonia severa dei violini si abbatte improvvisa e tonante la potenza dei fiati, come un’ira di Dio.

Lunghi applausi pretendono il bis. Allora le violiniste depongono il violino, e prendono in mano uno spartito. Una cosa mai vista: orchestrali che si cimentano nel canto. Cantano una Serenata notturna di Brahms. Le voci si stagliano chiare nel silenzio meravigliato della Scala. Brevissima Serenata: eppure crea per un momento un sortilegio. (Niente, nemmeno i più superbi violini uguagliano, pensi, la voce umana).

Cosa c’è al fondo dell’incanto che ghermisce la sala? Voci di donne, eco di remote ninne nanne, o, prima ancora, del timbro che il bambino nel buio del grembo riconosce. Poi voci di sorelle, innamorate, figlie. Voci eternamente sussurranti la vita. Sortilegio alla Scala: nell’attimo di silenzio prima degli applausi cogli nella platea matura, elegante e viziata, un istante di commozione vera.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Kia Stinger è un’auto che segna per l’azienda coreana un nuovo approccio: 380 cavalli, quattro posti, design e grinta da sportiva. per questo anche le attività di marketing e comunicazione seguono un percorso diverso. Stinger approda in tv con “Wishlist, il metodo Stinger”, una mini-serie di 3 episodi da 30 minuti, in onda sul NOVE la […]

L'articolo Kia Stinger, mini serie per la tv proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.