Google+

Nigeria. Perché l’esercito non riesce a fermare Boko Haram?

marzo 10, 2014 Redazione

Due importanti quotidiani nigeriani criticano l’incapacità dell’esercito di fronteggiare i terroristi islamici: «L’approccio simmetrico ha fallito»

Se in meno di tre mesi i Boko Haram sono riusciti a uccidere in Nigeria oltre 600 persone, distruggendo case, scuole, chiese e moschee in villaggi grandi o piccoli, significa che «la strategia scelta dall’esercito per contrastarli ha fallito». Scrive così uno dei commentatori politici più famosi della Nigeria, Theophilus Ilevbare, sul Nigerian Daily Post.

ESERCITO INADEGUATO. Secondo il giornalista «è incomprensibile che gli attacchi terroristici a villaggi e città durino ore senza che la sicurezza intervenga. L’esercito militare deve fare ancora molto per dimostrare di essere capace di frenare l’insurrezione».
Critiche all’esercito arrivano anche da Adamu Ibrahim, ex generale nigeriano, comandante della 81esima divisione dell’esercito, che ha scritto sul The Nation: «Le truppe dispiegate per combattere Boko Haram sono addestrate solo per guerre convenzionali e non per la guerriglia urbana, dove i nemici colpiscono e scappano. In una guerra convenzionale, conosci i tuoi nemici e sai dove sono. (…) I nostri soldati invece non sanno dove si rifugiano i nemici: i nostri jet non li identificavano e se pensi che siano in un posto e lo bombardi, finisci solo con l’uccidere persone innocenti».

SERVE ADDESTRAMENTO. I terroristi islamici di Boko Haram attaccano soprattutto nel nord del paese, che vogliono trasformare in Stato islamico, dove «l’approccio simmetrico dell’esercito ha fallito», rimarca Ilevbare. Il problema, ancora una volta, «sta nell’addestramento delle truppe – scrive l’ex generale – I soldati hanno tutto il necessario, armi e un equipaggiamento costoso, ma non sono capaci di metterlo a frutto».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. Ellas says:

    Forse che i boko haram sono stipendiati dagli emiri sauditi?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Leggero, scattante, comodo. Il C400X dimostra ottime doti dinamiche ha un bel motore e, per primo, un sistema di connessione molto evoluto. Riuscirà a combattere contro i mostri sacri del segmento? Lo abbiamo provato per capirlo

L'articolo Prova BMW C 400 X <br> lo scooter che non ti aspetti proviene da RED Live.

Comfort, connettività, sicurezza e design al servizio delle aziende

L'articolo Renault presenta la gamma Business proviene da RED Live.

Pronta al debutto al prossimo Salone di Parigi, la wagon del Leone getta il guanto di sfida alle rivali premium. Con un sacco di argomenti, a cominciare dal design

L'articolo Nuova Peugeot 508 SW, cambio di rotta proviene da RED Live.

Sostituisce la Serie 6 e diventa la M più potente mai prodotta. Trazione integrale, quattro ruote sterzanti, eleganza e opulenza. Per andare veloci in qualunque condizione

L'articolo BMW Serie 8 Coupé, a volte ritornano proviene da RED Live.

In programma dal 20 al 22 luglio al Misano World Circuit, il WDW (World Ducati Week) di quest’anno si preannuncia rovente: i piloti Ducati si sfideranno in sella alla Panigale V4 S.

L'articolo The Race of Champions: la sfida tra campioni al WDW 2018 proviene da RED Live.