Nigeria. Folla di musulmani brucia due chiese e assalta una scuola per un presunto caso di blasfemia

Una scuola secondaria a Funtua è stata accusata di aver inserito in un esame domande sul profeta Maometto e sua madre Amina con lo scopo di diffamarli

NIGERIA-FUNTUA-CHIESA-ISLAMDue chiese sono state date alle fiamme e una scuola è stata assaltata in Nigeria da una folla di musulmani per un presunto caso di blasfemia. Secondo il quotidiano nigeriano This Day, l’attacco è avvenuto ieri nella città di Funtua (Stato di Katsina, nel nord del paese).

DOMANDE BLASFEME. Tutto è cominciato lo scorso 28 marzo quando alcuni alunni della Ideal International School, scuola secondaria privata, hanno accusato la scuola di aver inserito in un esame domande sul profeta Maometto e sua madre Amina con lo scopo di diffamarli.
Le lamentele si sono trasformate in un vero e proprio assalto martedì, quando un gruppo di giovani hanno cercato di bruciare la scuola, prima ancora che la notizia venisse confermata.

NIGERIA-FUNTUA-CHIESA-ISLAM1CHIESE BRUCIATE. Agenti di polizia sono riusciti a proteggere la scuola, per questo i giovani si sono diretti verso una chiesa battista e la chiesa cattolica di Santa Teresa, che hanno incendiato. Una testimone ha dichiarato a Premium Times: «Lavoro al mercato, sono dovuta correre a casa perché le cose si stavano mettendo male. I giovani gridavano e lanciavano pietre contro tutti. Li ho visti appiccare il fuoco a una chiesa».

SCUOLA CHIUSA. Poliziotti e militari sono stati dispiegati nella città per calmare la folla di musulmani. La scuola è stata chiusa per il momento e nessuna dichiarazione è stata rilasciata sulle accuse. Secondo fonti della polizia, i giovani hanno anche cercato di approfittare della confusione per derubare negozi e bancarelle.