Google+

Martin, seminarista iracheno di 24 anni: «Potrei andarmene, ma voglio restare per servire la mia gente»

ottobre 30, 2014 Redazione

Prima di scappare dal suo villaggio a pochi chilometri da Mosul, ha fatto appena a tempo a portare via dalla chiesa il Santissimo Sacramento

«Potrei andarmene facilmente. Ma voglio restare». Detto da un seminarista iracheno di 24 anni, che presto sarà prete e che è stato cacciato ad agosto dalla sua città e dalla sua diocesi dai terroristi islamici, non è poco.

MARTIN BAANI. Martin Baani (foto di Acn), come tanti altri abitanti, non se n’era ancora andato dal villaggio di Karamlesh, a meno di 30 chilometri da Mosul, nonostante l’avanzata dello Stato islamico. Ma quando la notte del 6 agosto sono risuonati per le strade i rumori dei kalashnikov e degli esplosivi, tutti hanno fatto le valigie in fretta e furia.

GLI ULTIMI CRISTIANI. Martin riceve una telefonata da un amico, riporta Acn, e scopre così che la vicina città di Telkaif è caduta nelle mani degli islamisti. Senza pensarci, corre verso la chiesa di san Addai, prende il Santissimo Sacramento, qualche documento ufficiale e si reca dove padre Thabet e altri tre sacerdoti lo stanno aspettando. Sono gli ultimi cristiani a lasciare la città di 10 mila abitanti.

ERBIL. Ora Martin vive nel seminario di san Pietro ad Ankawa, quartiere di Erbil, capitale del Kurdistan, insieme a migliaia di altri profughi. «Fino all’ultimo momento, i Peshmerga ci hanno detto che eravamo al sicuro. Poi abbiamo visto che stavano spostando l’artiglieria alle porte del villaggio e noi abbiamo capito che la situazione stava diventando pericolosa».

«IO RESTO». Nel seminario ci sono altri 27 seminaristi: quasi tutti hanno una fuga nel mezzo della notte da raccontare. Dei 300 mila cristiani rimasti in Iraq, un terzo è sfollato e tanti ormai vogliono andarsene. Non Martin: «La mia famiglia vive in California e potrei andarmene facilmente. Ho anche un visto per l’America per andare a trovarli. Ma voglio restare. Non voglio fuggire davanti a questo problema». Tra pochi mesi Martin diventerà sacerdote e vuole restare per «servire la mia gente. Dobbiamo batterci per i nostri diritti, non dobbiamo essere spaventati».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Pronta al debutto al prossimo Salone di Parigi, la wagon del Leone getta il guanto di sfida alle rivali premium. Con un sacco di argomenti, a cominciare dal design

L'articolo Nuova Peugeot 508 SW, cambio di rotta proviene da RED Live.

Sostituisce la Serie 6 e diventa la M più potente mai prodotta. Trazione integrale, quattro ruote sterzanti, eleganza e opulenza. Per andare veloci in qualunque condizione

L'articolo BMW Serie 8 Coupé, a volte ritornano proviene da RED Live.

In programma dal 20 al 22 luglio al Misano World Circuit, il WDW (World Ducati Week) di quest’anno si preannuncia rovente: i piloti Ducati si sfideranno in sella alla Panigale V4 S.

L'articolo The Race of Champions: la sfida tra campioni al WDW 2018 proviene da RED Live.

Sapete che il 60% delle V7 III, al momento dell’acquisto, sono richieste con almeno un accessorio montato (con prenza per quelli di ispirazione Scrambler o Dark)? Di più: per la sola V7 esistono a catalogo 200 parti speciali – fra queste ci sono ben 8 selle – mentre, se consideriamo tutti i modelli Moto Guzzi, […]

L'articolo Prova Moto Guzzi V7 III Rough, Milano e Carbon proviene da RED Live.

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.