Lo pseudo Casaleggio dice cose più intelligenti di quello vero: «Finire Colosseo, accorciare Puglia»

Su twitter è comparso un finto profilo del guru del M5S che ne spara di tutti i colori, facendosi beffe dell’originale. «No a Grasso. Superfluo»

Se non avesse gli occhi neri da posseduto e, sul retro, il profilo della maschera di Dart Fener, potrebbe venire qualche sospetto che il profilo Twitter di Gianroberto Casaleggio sia vero. Il guru del Movimento 5 Stelle, entità grigia che si muove dietro le quinte del partito grillino, ha una pagina personale di Twitter: sarebbe stata una vera notizia. Invece si tratta di un fake evidente, come si evince subito dal tono dei tweet, tanto attuali quanto burleschi.

Il riccioluto editore batte i suoi messaggi rigorosamente all’infinito, quasi risuonino come diktat di imprescindibile rilevanza per i suoi seguaci, in un momento cruciale come quello di questi giorni per la politica italiana. Così si parla delle consultazioni con Napolitano, «per governo a 5 Stelle. Piscina, sauna, ristorante mangiare livello. Buono», mentre per tentare di rispondere alle fatiche delle famiglie del Bel paese messe in ginocchio dalla crisi il falso Casaleggio avanza due proposte concrete: «Referendum utile contro euro inutile. Dire no per dire sì, dire sì per dire no. Idee chiare, basta confusione», e ancora: «Piccole imprese chiudono ogni giorno. Basta. Restare aperte anche notte»

E cosa dirà sul voto al presidente del Senato, pietra su cui si è spaccato il fronte dei M5S, tradito dalla fiducia accordata a Grasso da alcuni suoi esponenti? La sua chiusura è lapidaria: «No a Grasso. Superfluo». Più fantasiose le misure per ridurre gli sprechi di denaro pubblico, come quelli relativi alla Tav: «No alta velocità. Inutile spreco soldi. Diminuire spazi tra città», o alle grandi opere: «Finire Colosseo, accorciare Puglia» Mentre per l’acqua pubblica, una delle cinque stelle su cui si struttura il suo movimento, la mozione riguarda tutti: «Durante pioggia, vigili urbani, mani a conchetta obbligatorie». Il falso Casaleggio ne ha per tutti: le intercettazioni (Permettere intercettazioni per reati mafia e finanza, purché audio buono»), la pubblica amministrazione («Basta lungaggini anagrafe. No stato famiglia, ma funzione “Persone che potresti conoscere”»), le misure elettorali («Italiani all’Estero. Voto in trasferta vale 1, mica Coppa dei Campioni»), la salute («sigarette elettroniche ok. Ma aggiungere tastiera»). Per chiudere in bellezza con il regime fiscale bandiera dello scorso governo: «Abolizione barbarie Equitalia. Introduzione interrogazione latino a sorpresa per evasori».