La scissione ha fatto “bene”? Altre conferme dai sondaggi: centrodestra supera il centrosinistra

Sia Emg sia Ipr rilevano che i moderati sono davanti ai progressisti. Cresce anche il M5S di Beppe Grillo

Il centrodestra supera nei sondaggi il centrosinistra. Arrivano anche da altri istituti le conferme che la scissione (almeno dal punto di vista delle rilevazioni statistiche) ha fatto “bene” a Forza Italia e Nuovo Centrodestra.

Secondo un sondaggio Emg realizzato per La7, infatti, il centrodestra è al 34,5 per cento (+0,4 rispetto all’ultima rilevazione) davanti al centrosinistra al 33,5 (-1,9).
Guardando all’interno dei partiti si nota una crescita dell’1,6 il M5S di Beppe Grillo che è al 23,6, Lega al 4,3 (+0,4), Fratelli d’Italia al 2,4 (+0,1), Sel al 3,4 (-0,2), Scelta civica al 2,1 (-0,3) e Udc al 2,4 (+0,1). Ovviamente i dati più interessanti sono quelli che riguardano i maggiori partiti. Secondo Emg, Forza Italia è al 19,6 (+1,5) e Nuovo Centrodestra al 5,8 (-1,3), il Pd al 28,2 (-1,8).

Il sondaggio Ipr per il Tg3 dà Forza Italia è al 19,5 per cento e Nuovo Centrodestra all’8. Il Pd cala al 28 e, pur rimanendo il partito con le percentuali migliori, scende di 1,5 punti rispetto alla ultima rilevazione. Il M5S cresce di un punto e mezzo e si attesta al 23,5. Sel al 3,5 (-0,5), Sc all’1,7 (-0,3), Nave Popolare di Mauro e Casini al 2,3, Lega Nord al 3,7, FdI al 2,5.