Istat, in Italia occupata solo una persona ogni due tra i 15 e i 64 anni

A febbraio record negativo di disoccupazione dal 1977. Siamo a quota 13 per cento, con 3 milioni 307mila italiani in cerca di un lavoro (8mila in più da gennaio). Lavora solo il 55,2 per cento degli italiani

Nuovi dati sull’aumento della disoccupazione: arrivano dall’Istat e mostrano un peggioramento della situazione rispetto al mese di febbraio 2014, che già aveva segnato il record negativo dal 1977. In Italia il tasso di disoccupazione si è attestato infatti al 13 per cento (+1,1 per cento rispetto al febbraio 2013). In proporzione si nota in particolare l’aumento della disoccupazione giovanile, nella fascia 15-24enni, che è balzata al 42,3 per cento.

3 MILIONI DI ITALIANI SENZA LAVORO. Al di là delle percentuali, il dato che resta più impresso è che ad essere senza lavoro e in cerca di una nuova occupazione, in questi primi scorci del 2014 sono ben 3 milioni 307mila italiani, ovvero 8mila persone in più rispetto solo a gennaio di quest’anno; e 272mila persone in più rispetto al 2013. Il tasso di occupazione di febbraio è al 55, 2 per cento, ovvero il tasso peggiore dal 2000: in Italia risulta occupata poco più di una persona su due tra i 15 e i 64 anni.