Il cda di Mps approva aumento di capitale da 3 miliardi

Oggi è stato anche comunicato che l’assemblea straordinaria dei soci è prevista il 27 dicembre: operazione subordinata all’ok dell’Ue e servirà a ripagare i Monti bond e il prestito dello Stato

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Approvato un aumento di capitale per Monte dei paschi di Siena: arriva un nuovo gettito nelle casse della banca da 3 miliardi di euro, destinato però a bonificare i debiti dato che servirà a ripagare parte del prestito e degli interessi sugli aiuti di Stato. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione della banca, che ha quindi convocato per questo motivo un’assemblea straordinaria dei soci il 27 dicembre.

ENTRO IL 2014. Il cda della banca in una nota dove ufficializza la decisione spiega che l’operazione è subordinata all’ok della Commissione europea al piano di ristrutturazione e a quello di altre autorità, e che se andrà in porto sarà completata entro il primo trimestre 2014: “La proposta di aumento di capitale rientra tra le azioni individuate dal management di Banca Monte dei Paschi di Siena nell’ambito del Piano di Ristrutturazione 2013-2017, i cui obiettivi e azioni saranno tempestivamente resi noti al mercato in maggiore dettaglio dopo l’approvazione dello stesso da parte della Commissione Europea”, dice la nota in cui i manager spiegano anche di aver innalzato l’aumento di capitale, rispetto ai 2,5 miliardi inizialmente preventivati per ripagare il “coupon 2013, pagabile nel 2014″ dei Monti Bond oltre a rimborsare circa il 70 per cento del prestito.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •