Google+

I gollisti sono morti. Viva Charles de Gaulle

maggio 7, 2017 Giuliano Ferrara

L’inimitabilità del generale è nello stile, che era componente fondamentale di una vocazione, del senso del destino e della storia, dell’etica militare bonapartista

De Gaulle

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – La scomparsa dei gollisti dalla lotta per l’Eliseo è ovviamente un simbolo potente nella storia di Francia e d’Europa. Ma chi era Charles de Gaulle? Quando si installò a Londra, accolto e mal tollerato da Churchill, il Generale pretese di rappresentare la Francia libera di fronte all’invasione e occupazione nazista di metà del paese, l’altra essendo consegnata al maresciallo Pétain, eroe di Verdun, nel governo di Vichy. E la rappresentò, operando degnamente per far trovare il suo paese, alla fine della guerra nel 1945, tra i vincitori invece che tra i vinti. Quando nel 1958 prese il potere con un colpo di palazzo sulla pelle di una estenuata e impotente IV Repubblica e varò la V, la sinistra e i democratici cosiddetti conseguenti gridarono al fascismo; e Mitterrand, che poi la incarnò facendola funzionare nel senso di un’alternanza e di un europeismo nutriti del mito del capo, definì la Costituzione semipresidenzialista del 1962, fatta in cinque mesi da Michel Debré, «un colpo di Stato permanente».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.