H&M continua la collaborazione con gli stilisti. È il turno di Martin Margiela

Il colosso low cost H&M continua a lanciare, con successo, delle collezioni temporanee con stilisti di alta moda. I motivi sono molteplici, danno visibilità a stilisti magari di nicchia, i prodotti vanno a ruba nel giro di poche ore, come nel caso dell’ultima collaborazione, quella fatta con la direttrice di Vogue Giappone Anna Dello Russo, che aveva disegnato gioielli eccentrici come il look che è solita indossare.

CHI E’ MARTIN. Questa volta è il turno dello stilista belga superminimalista Martin Margiela, uno che, contrariamente al suo stile sobrio, si è formato sotto le grinfie di Jean Paul Gautier. Simbolo della sua arte è il cappotto, infatti previsto nella collezione per H&M, in vendita in selezionati store dal 15 novembre. Si prevedono le solite code all’ingresso, tipiche di queste operazioni catturacliente, così come si è creata la fila alla serata organizzata a New York, un misto di moda e arte. Molte star hanno presenziato all’evento sfoggiando i capi previsti da Margiela per i negozi.

LE STAR. C’era Sarah Jessica Parker con un cappotto grigio, c’era Mena Suvari con un discutibile top trompe l’oeil che sembrava mostrare il reggiseno, c’era Selma Blair con un vestito nero dalle forme indefinite. Tante altre modelle e similvip erano presenti all’evento newyorkese, tutte curiose di vedere le opere create dallo stilista, che qualche giorno fa erano state lanciate in scatti promozionali. Poco si capiva delle forme che avranno gli abiti, dal prezzo non ancora noto. Ma l’importante è accaparrarsene un pezzo.