Google+

«Gli islamisti, arrivati in Italia, distruggerebbero San Pietro»

aprile 6, 2016 Redazione

Il filosofo Brague al Foglio: «Dovremmo chiederci non solo se il cristianesimo abbia un futuro in Europa, ma se l’Europa possa avere un futuro senza cristianesimo»

dabiq-islam-stato-islamico-home

Intervistato da Giulio Meotti, oggi Rémi Brague risponde ad alcune domande del Foglio. L’intervista è lunga e bella e il filosofo cattolico francese tocca molti punti del rapporto tra islam, Occidente e cristianesimo.

Secondo Brague l’islam odia «tutto ciò che non è islam»: «Lo Stato islamico ha così distrutto le statue del Museo di Mosul perché testimoniano uno stato precedente all’islam o diverso dall’islam. Gli islamisti, arrivati in Italia, distruggerebbero San Pietro; in Francia raderebbero al suolo la cattedrale di Chartres».

Secondo il filosofo, il collasso europeo non avverrà necessariamente in modo traumatico, ma – un po’ come descritto da Michel Houellebecq in Soumission – con «lenta fiacchezza», con un «suicidio, in cui la vittima si abbandona al flusso di sangue in un bagno caldo. Non molte persone se ne accorgerebbero. E il relitto potrebbe essere accolto con gioia dai passeggeri stessi».

Interrogato se il cristianesimo abbia un futuro in Europa, Brague risponde così:

«Tutto dipenderà dai cristiani stessi. Essi sono compiaciuti troppo facilmente del loro status di minoranza; accettano troppo facilmente di essere discreti. Naturalmente in questo sono aiutati dai media, che preferiscono opporsi al cristianesimo o ridicolizzarlo. Annegano il pesce parlando, sempre al plurale, di “religioni” che sono intrinsecamente violente. Dovremmo allora chiederci non solo se il cristianesimo abbia un futuro in Europa, ma se l’Europa possa avere un futuro senza cristianesimo. Senza di esso, ovviamente, la geografia non cambierà, ci sarebbe ancora una regione al mondo da chiamare “Europa”. Ma sarà anche europea?».


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. giuliano says:

    l’Europa è piena di vermi rossi che ne hanno rosicchiato le fondamenta, meglio quindi che sparisca per sempre

  2. Francesco da Spino says:

    Intervista da far studiare a memoria a tanti preti tutto sogni ed integrazione perché privi di solidi basi pastorali loro ! Non si domandano cavolo perché devono correre dietro a tutto meno che alla realtà ?

  3. Menelik says:

    Per fortuna che c’è Putin che è intervenuto direttamente a guastare le uova nel paniere all’isis, che con Obama e Erdogan e la debolezza di Bruxelles aveva ormai partita vinta.
    Gli è andata male ai daesh che Putin ha incrociato la loro strada, facendogli invertire il verso di percorrenza.
    Ringraziamo la tecnologia militare russa, ringraziamo i modernissimi Kalibr.
    Non solo i Cristiani d’Oriente, i Curdi e il legittimo presidente Assad, ma anche e soprattutto noi Europei, ed anche il Vaticano ha da tirare un sospiro di sollievo dall’entrata in campo di Putin.
    I presidenti di Francia e Belgio gli dovrebbero inviare un mazzo di fiori al giorno, perché col tracollo militare dell’isis laggiù ci sarà l’effetto domino anche sulla banlieue parigina e su Molenbeeck, oltre a Londra, Bradford, ecc…
    Grazie Putin, grazie per salvare l’Occidente.
    Perché noi Occidentali siamo tecnicamente in grado di salvarci da soli, ma non abbiamo la testa per farlo: non è solo il mezzo meccanico e meccatronico che cambia le carte in tavola, è anche e soprattutto la testa che lo dirige e lo governa……la volontà, la determinazione ed il coraggio.
    Dunque non arriveranno a San Pietro.
    Una volta si diceva che….”i cavalli cosacchi si abbevereranno alle fontane di Roma”.
    Oggi, in ben altro contesto, è più giusto dire che i cavalli cosacchi stanno salvando le fontane di Roma.

  4. AlessandroT says:

    Gli atei hanno mediamente meno figli dei credenti, va da sé che l’Europa secolarizzata non ha un futuro. Guardate le statistiche sul numero medio di figli per donna: tutte le popolazioni autoctone d’Europa a parte gli irlandesi e gli islandesi sono in calo ed in estinzione! L’immigrazione ha permesso di mantenere stabile o aumentare la popolazione, nemmeno nei generosi paesi del welfare scandinavo nascevano abbastanza bambini! Ora considerate che viviamo in una democrazia egualitaria ove ogni testa=un voto. Potete trarre le vostre conclusioni.
    La logica conclusione è che una società fondata su questi valori non si dimostra capace di sopravvivere più di qualche generazione a differenza della civiltà cristiana che è continuata per quasi 2000 anni!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.