Francia, tre coppie violano la legge andando all’estero per l’utero in affitto. Condannati? No, rimborsati

Formalmente la maternità surrogata è ancora vietata a Parigi e dintorni, ma l’ultima sentenza autorizza ad andare all’estero. Manif: «È uno scandalo»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

utero-affitto-maternità-surrogata-shutter

Secondo i codici, l’utero in affitto in Francia è illegale e costituisce un delitto punibile con un massimo di tre anni di carcere e 45 mila euro di ammenda. Ma la realtà è un’altra cosa e l’ultima sentenza della corte penale di Nantes l’ha di fatto legalizzato, sulla scia dell’ultimo verdetto della Corte europea dei diritti dell’uomo.

TRE COPPIE ETERO. La vicenda riguarda tre coppie eterosessuali, i cui figli nati all’estero (Ucraina, India, Stati Uniti) con l’utero in affitto potranno essere iscritti nel registro comunale delle nascite, grazie alla decisione dei giudici. La richiesta era stata depositata a fine ottobre, ma il pubblico ministero di Nantes aveva bloccato la procedura di iscrizione, dal momento che si sarebbe trattato di un reato.

CONDANNA E RIMBORSO. La procura ha agito in questo modo anche se nel giugno del 2014 i giudici di Strasburgo avevano condannato la Francia, impedendole di rifiutarsi di registrare i bambini nati all’estero con l’utero in affitto. Poiché il governo di François Hollande ha optato per non fare ricorso, il 26 settembre la sentenza è diventata definitiva. Il tribunale di Nantes, seguendo questo verdetto, ha condannato l’ufficio del pubblico ministero a non opporsi alla procedura e a rimborsare mille euro di costi legali alle coppie.

MANIF PROTESTA. Ludovine de la Rochère, presidente della Manif pour tous, ha reagito criticando la decisione dei giudici: «Dietro queste tre lettere, GPA (maternità surrogata, ndr), si cela uno scandalo che la Francia, patria dei diritti dell’uomo, deve combattere e non avallare con la mediazione dei tribunali». Questo è esattamente quello che ha fatto Hollande: dopo aver promesso che non avrebbe legalizzato l’utero in affitto, ha lasciato che lo facessero i giudici, ottenendo lo stesso risultato senza dover pagare alcun costo politico.

Foto maternità surrogata da Shutterstock

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •