Francia, operai della Goodyear chiudono in fabbrica due manager

Il direttore della produzione e quello delle risorse umane dello stabilimento di Amiens sono chiusi in sala riunioni da ieri, a causa di un pneumatico gigante posto davanti all’ingresso

Hanno bloccato due dirigenti della fabbrica Goodyear che vuole licenziarli con un pneumatico gigante: è la protesta di alcuni lavoratori della fabbrica di Amiens, nord Francia che da ieri è costata alcune ore di permanenza coatta in sala riunioni a due manager.

LICENZIAMENTI. Le due vittime sono il direttore della produzione Michel Dheilly e il direttore delle risorse umane Bernard Glesser e sono stati bloccati in sala riunioni dalle 10.30 del mattino di ieri, a causa di un pneumatico da trattore alto due metri posto davanti all’ingresso, improvvisamente, dagli operai. L’azienda Goodyear il 31 gennaio scorso ha annunciato la chiusura della fabbrica, che costerebbe il posto a 1.173 lavoratori. I lavoratotti portano avanti la protesta chiedendo «garanzie sul futuro o non li rilasciamo». Chiedono più denaro, nel caso l’azienda volesse portare avanti la sua politica con l’inevitabile perdita del lavoro per gli operai.