Donne e cinema: a Largo Fellini, sulla panchina rossa, siede Anna Magnani


L’installazione artistica, inaugurata oggi, è un simbolico contributo della Fondazione Sorgente Group alla XV edizione della Festa del Cinema di Roma.

Arriva una sorpresa all’installazione in Via Veneto dedicata al binomio ‘’Donne Cinema’’ della Fondazione Sorgente Group, emanazione della holding del Gruppo finanziario-immobiliare Sorgente che fa capo a Valter Mainetti.  Ora sulla panchina rossa collocata tre settimane fa a Largo Fellini, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, alla vigilia della Festa del Cinema siede la statua in bronzo a grandezza naturale dell’indimenticabile attrice romana Anna Magnani, opera di Antonio Nigro, con allestimento di Mekane.

A “salutare” la statua di Anna Magnani, che rafforza il ‘’concept’’ dell’istallazione e resterà esposta  sotto le mura aureliane fino a fine anno: Antonio Monda (Direttore Artistico della Festa del Cinema di Roma), Noemi Ruzzi (in rappresentanza del Ministero della Pari Opportunità), Sabrina Alfonsi (Presidente del I Municipio di Roma), Paola Mainetti (Vice Presidente della Fondazione Sorgente Group), Teresa Donvito (Presidente dell’Associazione Via Veneto) e Elisabetta Maggini  (Relazioni Istituzionali Sorgente Group).

“Abbiamo scelto Anna Magnani – spiega Paola Mainetti – perché nessuna attrice meglio di lei incarna lo spirito delle donne romane, resilienti e combattive. Sagace e fiera, popolana e signora, aveva una sicura coscienza di sé e della sua origine. La vita d’artista fu con lei prodiga di doni e riconoscimenti, la vita di donna la lasciò spesso dolorante e sola. Oggi, in occasione della Festa del Cinema di Roma, ricordando Anna Magnani, vogliamo condannare ogni forma di sopraffazione e violenza sulle donne, consapevoli che Cultura e Cinema offrono alle donne importanti occasioni di riscatto”.