Bagni unisex per tutti


Un sobborgo di Los Angeles, West Hollywood, ha deciso di prevedere bagni pubblici che non facciano alcuna distinzione all’entrata. «Dal provvedimento potranno trarre benefici le persone con disabilità e accompagnate, i genitori con bimbi di sesso differente, e molti altri». La ratio del provvedimento, in realtà, è ben diversa e dipende dalla volontà di non discriminare le persone con identità sessuale fluida e i transessuali. Così l’amministrazione cittadina ha deciso di eliminare ogni «insegna, figura o indicazione per destinare i bagni agli utenti di uno specifico genere». «Le restrizioni di genere applicate ai bagni possono essere sgradevoli per quelle persone la cui identità sessuale ricade al di fuori degli schemi e delle classificazioni tradizionali».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •