Fate fuori “padre” e “madre” e vi stupite se non riuscite a «stabilire rapporti autentici» con i vostri figli

Il liceo Mamiani di Roma inserisce “genitore 1 e 2” nel libretto delle giustificazioni. Il Corriere non fa una piega, ma grida all’emergenza educativa per il caso delle baby escort dei Parioli

Prima pagina dell’inserto di Roma del Corriere della Sera, 14 novembre. Pezzo di cronaca, pubblicato con evidenza, dal titolo “Via ‘padre e madre’ Ecco ‘genitore 1 e 2’”: è dedicato all’iniziativa dello storico liceo Mamiani di sostituire la denominazione nel libretto delle giustificazioni. La vicenda è descritta in modo in apparenza asettico, ed è fatta commentare a esponenti dell’associazionismo gay e, per par condicio, a consiglieri comunali di opposizione: senza alcuna particolare presa di posizione del giornale, pur se con la neanche tanto implicita soddisfazione per il caso-pilota.

A qualche centimetro di distanza, l’editoriale, un angosciato commento al giro di prostituzione minorile nei quartieri bene della Capitale: necessità di andare alla «matrice antropologica» della questione, «marasma etico contemporaneo» che fa emergere «personaggi inqualificabili», responsabilità di ciascuno e, da ultimo, «di fronte al pianeta sconosciuto che ospita i nostri figli» l’interrogativo: «Come stabilire un rapporto autentico con loro?». Il tutto – manco a dirlo – condito con la denuncia che «l’ipocrisia trionfa».

Suggerimento (non richiesto) per ridurre il tasso di ipocrisia: premesso che fra le cause dello smarrimento di un adolescente vi è spesso la mancanza o la carenza di una relazione vera col padre e/o con la madre, accompagnata dalla crisi di identità che deriva anche dalla difficile identificazione dei ruoli, che ne dice il Corriere di provare a invertire l’ordine della pagina? Lasciando senza chiose alla riflessione del lettore la notizia terribile di una madre che sollecita la figlia quindicenne a intensificare i rapporti sessuali a pagamento, e facendo un bell’editoriale in cui spieghi con i toni giusti perché l’iniziativa del Mamiani è semplicemente folle. Così, giusto per non far trionfare l’ipocrisia…