È morto, o almeno sembra. Brighton si sveglia nella bara al suo funerale

L’uomo di 34 anni originario dello Zimbabwe infatti, dopo “essere morto” per una lunga malattia, si è risvegliato proprio il giorno del suo funerale

Brighton Zanthe Dama si ricorderà del suo funerale. L’uomo di 34 anni originario dello Zimbabwe infatti, dopo “essere morto” per una lunga malattia, si è risvegliato proprio il giorno del suo funerale mentre si trovava già nella bara, sconvolgendo parenti e amici. «Non ricordo quasi niente – ha affermato – Chi era al mio funerale potrà raccontarlo meglio».

ESEQUIE INTERROTTE. I familiari di Brighton stavano preparando le esequie: l’uomo era già stato posto nella bara, a cui parenti e amici avevano già cominciato a porgere l’estremo saluto. Ma ad un certo punto il “morto” ha cominciato a muovere le gambe. «Sono stato il primo ad accorgermene – ha raccontato il suo datore di lavoro – Ero scioccato, non riuscivo a credere ai miei occhi. Ma poi mi sono reso conto che anche gli altri stavano cominciando a notare qualcosa di strano».

SOCCORSI. La famiglia ha quindi cercato di rianimarlo, chiamando subito i soccorsi. Dopo due giorni di ricovero in ospedale, Brighton si è rimesso in piedi ed è stato portato di nuovo a casa, sano e salvo.