Caso Marò, rientrano in Italia de Mistura e l’ambasciatore in India

Altissima tensione tra New Delhi e Roma, che ha ordinato il rientro dei due diplomatici per una consultazione con il ministro Bonino. Intanto da New Delhi nessun commento

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

È arrivato a Fiumicino nel pomeriggio l’inviato del governo italiano a New Delhi per il caso dei due marò, Staffan de Mistura, dopo l’ordine di rientro ricevuto ieri dal ministro degli Esteri Emma Bonino. Intanto anche l’ambasciatore italiano in India Daniele Mancini è sulla via del rientro, per un analogo ordine, dopo che ieri è slittata per la ventiseiesima volta l’udienza del processo a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

NEW DELHI NON RISPONDE. Ieri il ministro Bonino ha anche fatto convocare l’ambasciatore indiano a Roma, Basant Kumar Gupta, per chiedere chiarimenti su quanto sta accadendo. Il richiamo di de Mistura e di Mancini in realtà è solo di breve durata: il ministero degli Esteri italiano vuole incontrarli per delle consultazioni in vista della prossima udienza, il 24 febbraio, data per la quale i due diplomatici saranno già rientrati in India. È comunque un segno di alta tensione tra i due paesi quanto accaduto ieri, eppure oggi a Nuova Delhi tutto tace. Il governo indiano non ha rilasciato alcuna dichiarazione, malgrado tutti i quotidiani indiani abbiano aperto oggi dando molto spazio alla notizia del rientro a Roma dei diplomatici italiani.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •