Cucina genuina e intelligente con gran panorama ligure

farina-recensione

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Siamo convinti che in un ristorante il contesto ambientale non sia determinante per essere felici: ci basta che in cucina ci sappiano fare. Tuttavia, quando il posto offre anche degli atout visivi, certamente non protestiamo. E difficilmente potremmo farlo all’Agriristorante La Bilaia, a Lavagna (Genova): qui la cucina stuzzicante, intelligente, sorprendente fa tutt’uno con una sala molto bella, dalla quale si gode un impareggiabile panorama del golfo del Tigullio, fino a Santa Margherita Ligure e a Portofino. E si può anche mangiare nella fresca e riposante veranda retrostante. In ogni caso, starete bene.

Qui guida e si diverte Paolo Passano, un ragazzo del 1987 che si è laureato in Scienze gastronomiche a Pollenzo e fa parte di una famiglia lavagnina che è in parte emigrata in Ecuador e lì possiede tre ristoranti. Paolo è tornato all’ovile, e oggi alla Bilaia, che è un agriturismo a tutti gli effetti, imposta una cucina piena di fosforo e di idee, con prodotti genuini, specialmente locali.

Sono presenti in egual misura le erbe dell’entroterra e il pesce della costa. Si può iniziare con la delicatissima spuma di orata e acciuga con olio extravergine d’oliva (prodotto in azienda); con le crudità di branzino bagnate con vinaigrette al frutto della passione e melograno; con lo sformato dell’orto (zucchine e melanzane) su crema al pomodoro, scaglie di San Sté (il formaggio della Val d’Aveto) e granella di noci.

Per primo piatto, sono proverbiali i ravioli detti “mal di schiena”, in realtà piacevolissimi, ripieni di ben cinque erbe liguri; l’esperienza sudamericana vien fuori nel rustici e succosi maltagliati di platano con ragù di carne, melanzane e leggera crema di formaggio. Poi, le cotolette di gamberi con maionese casalinga sono carnosissime, e molto leggiadra è la coppa di maiale cotta a bassa temperatura con pesto di zucchine liguri. Per dolce, il tortino di Paolo viene impreziosito dalla crema di dulce de leche. Molto interessante la selezione vinicola, con produttori liguri poco noti. Spesa di 40-45 euro.

Per informazioni
La Bilaia
via privata San Rocco, 11a – Lavagna (Ge)
Tel. 0185.362536 – 389.3430779
Chiuso lunedì e martedì. Aperto solo la sera, sabato e domenica anche a pranzo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •