Le gloriose panissette fritte e altri spettacoli genovesi

Antica-Osteria-Vico-Palla-farina

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Se tempo fa vi avevamo svelato le glorie della panissa novarese, oggi vi parliamo di quella genovese: che non potrebbe essere cosa più diversa. Laddove la panissa di Novara è un corposo risotto, quella ligure è una specie di polenta di farina di ceci, tagliata a losanghe e fritta. Il genius loci Fabrizio De André ne andava ghiotto: e anche noi.

Proprio le spettacolari panissette fritte fanno parte dell’armamentario dell’Antica Osteria di Vico Palla, uno dei locali più autentici e veraci di Genova. Esistente fin dal Cinquecento nell’omonimo vicolo a ridosso del Porto Antico, questa osteria semplice e saporosa dal 1999 è mandata avanti da Maurizio Capurro, cuoco dal ricco curriculum, tornato alla sua Genova per celebrarne tradizioni e gastronomia. Sedie e tavoli di legno massello si susseguono nelle belle salette aperte sul vicolo, che mantengono intatta una suggestione che la cucina, esclusivamente genovese, provvede a suggellare.

I piatti si scelgono da simpatiche lavagne portate direttamente ai tavoli, assieme a sacchetti pieni di ottimo pane e di una focaccia genovese del tutto strepitosa. Per cominciare, potreste scegliere le panissette di cui vi parlavamo, da mangiare scottandosi le dita. Oppure, l’antipasto di fritti di pesce; il cundiggiun (sorta di insalata di mare); l’antipasto detto “di Vico Palla” (una successione di torte salate molto liguri); i carciofi fritti. Per primo piatto, i mitici “mandilli” (fazzoletti), una specie di lasagne di pasta condite con un pesto di grande pregnanza. In alternativa, il minestrone alla genovese; i ravioli al tocco (sugo); le trenette con calamari e carciofi.

Impossibile rinunciare, più avanti, ai potenti calamari ripieni alla ligure, veramente azzeccati e buoni. Tuttavia, c’è anche lo stoccafisso accomodato, oppure in “brandacujun”; la frittura imperiale; la trippa e il coniglio alla ligure. Si chiude col tiramisù o il latte dolce fritto. Molto attenta la selezione di vini, con occhio al portafogli. Del resto, non si spendono più di 35-40 euro.

Per informazioni
Antica Osteria di Vico Palla
osteriadivicopalla.com
Vico Palla, 15R – Genova
Tel. 010.2466575
Chiuso il lunedì a pranzo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •