Asia Bibi: «Cristo ha promesso che risorgerò con Lui»

«Credo con tutto il mio cuore, con tutte le mie forze e la mia mente che risorgerò. La salvezza verrà presto anche per me». Il sito Vatican Insider ha pubblicato un messaggio inviato da Asia Bibi, la donna pakistana cristiana in carcere da oltre quattro anni e condannata a morte per un’inconsistente accusa di blasfemia.
Come vi abbiamo raccontato (qui l’intervista a suo avvocato Sardar Mushtaq Gill), il processo nei suoi confronti continua ad essere rimandato. La questione è delicata e gli stessi giudici temono le ritorsioni degli integralisti, qualora, come logico, la scagionassero da ogni accusa. Il processo d’appello è stato annullato e rimandato sine die.

Nel suo messaggio, Asia Bibi dice che «oggi per me non c’è posto in tribunale, non c’è occasione o luogo dove possa dimostrare la mia innocenza. Prego e spero che un giudice riceva luce da Dio e abbia il coraggio di vedere la verità». Parlando del venerdì santo, aggiunge: «Mi specchio nella croce di Cristo, nella certezza che tanti fratelli e sorelle nel mondo mi sono vicini e stanno pregando per me. Quando Cristo risorgerà, nel giorno di Pasqua, Egli deciderà per me una nuova strada di giustizia, mi terrà con Lui in un regno dove non vi sono ingiustizia e discriminazione. Cristo ha promesso che risorgerò con Lui».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •