Beth crea omogeneizzati. E si assicura la lingua per un milione di sterline

Beth crea omogeneizzati per bambini. E la sua azienda vuole assicurarle l’organo del gusto. Ma in termini di assicurazioni strambe i vip fanno scuola

Gli omogeneizzati. Tanto necessari per svezzare i bambini, quanto orrorifici agli occhi di un adulto. Eppure c’è chi dovendo inventarli per lavoro, è costretto ad assaggiarli. È la storia di Beth Anderson, che lavora in un’azienda di “baby food”, così brava nello scegliere le ricette per le pappe che i suoi datori di lavoro vogliono contrattare con lei una polizza assicurativa per l’organo del gusto. Alla modica cifra di un milione di sterline.

PESCE A COLAZIONE. Beth racconta al Mirror che certe mattine non è facile cominciare assaggiando pesce bollito, carne, o spaghetti da liofilizzare, ma alla fine ci si abitua. «Certo, preferisco i prodotti a base di frutta», racconta la 24enne laureata in scienza dell’alimentazione. Nonostante la dieta forzata a base di omogeneizzati, Beth non ha perso l’entusiasmo per il cibo vero. Il suo lavoro però consiste nel pensare come un bambino, quindi al bando sapori forti, come il caffè, o talvolta troppo acidi, come il pomodoro.

I POLLICI DI ALONSO. L’assicurazione di parti del corpo non è una pratica così strana. Anche altri esperti del settore enogastronomico si sono fatti assicurare il naso o il palato, ma talvolta anche i vip cedono a questa lusinga assicurativa. Innanzi tutto ci sono gli sportivi, come Alonso che ha fatto assicurare i pollici, simbolo di vittoria e utili per tenere saldo il volante, il tutto per 10 milioni di dollari. Valentino Rossi ha fatto valutare i polsi er 12 milioni e Cristiano Ronaldo ha gambe e piedi del valore di 144 milioni di dollari. David Beckham non ha badato a spese, ed ecco una polizza da 151 milioni.

JENNIFER LOPEZ E LE ALTRE. È poi la volta dell’ambiente musicale. Gene Simmons dei Kiss ha fatto assicurare la sua celeberrima lingua per 1 milione di dollari, Bruce Springsteen fa valere le sue corde vocali ben 5,7 milioni e le dita con cui schitarra Keith Richards valgono 1,6 milioni. E che dire della vanità delle superdive? La polizza più famosa è quella che riguarda il fondoschiena di Jennifer Lopez, da 27 milioni. Segue il seno di Monica Bellucci, 6 milioni, e le gambe di Tina Turner, 3,2 milioni di dollari. Per chi non ha paura di dire “perché io valgo”.