Benedetto XVI torna in Vaticano. Terminata la ristrutturazione del monastero Mater Ecclesiae

Il Vaticano ha fatto sapere che il trasloco potrebbe avvenire tra fine mese e i primissimi di maggio. Il papa emerito vivrà con le memores Domini che lo assistono

Entro la fine di questa settimana Benedetto XVI si trasferirà da Castel Gandolfo in Vaticano, dove gli è stato preparato un alloggio nel monastero “Mater Ecclesiae”. Il Papa emerito si era trasferito temporaneamente a Castel Gandolfo per permettere la ristrutturazione del monastero. Ora che i lavori sono finiti, il Vaticano ha fatto sapere che il trasloco potrebbe avvenire tra fine mese e i primissimi di maggio, probabilmente il due.

MEMORES DOMINI. Il monastero “Mater Ecclesiae” era disabitato dall’inizio dell’inverno, quando le suore di clausura lo hanno lasciato. Diversi i lavori di restauro necessari, tra cui quelli al tetto, visto che pioveva dentro. Benedetto XVI vivrà nel monastero assieme alle memores Domini che lo assistono nella conduzione della casa e con il diacono che lo aiuta per le questioni di segreteria. Insieme a papa Ratzinger, dovrebbe abitare anche monsignor Georg Gaenswein, suo ex segretario personale e oggi Prefetto della casa pontificia. Durante la ristrutturazione, all’abitazione sono state accorpate anche alcune celle, che saranno utilizzate da Benedetto XVI come studio di lavoro.