Abolire Stato e governo? Per David Friedman l’anarco-capitalismo è possibile col “modello Ebay”

Per David Friedman, figlio di Milton, le norme dovrebbero essere frutto della negoziazione fra interessi privati. E i servizi legislativi e governativi dovrebbero essere forniti da aziende concorrenti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«La proprietà esiste non solo prima dello Stato, ma addirittura prima della specie umana». È la teoria dell’anarco-capitalista David Friedman, ospite ieri di una conferenza all’Istituto Bruno Leoni, e intervistato da Il Giornale e Libero. Per il figlio del più noto Milton (Nobel per l’economia e padre nobile del cosiddetto “neoliberismo”), «il concetto di comportamento territoriale, cioè di possesso di un territorio, esiste già tra gli animali». Dunque è alla proprietà privata che bisogna ispirarsi per costruire un mondo libero e desiderabile, che per Friedman, autore dell’Ingranaggio della libertà, non può che coincidere con l’abolizione e il superamento dello Stato.

SOCIETÀ SENZA STATO. Per l’economista, l’ideale sarebbe «una società in cui le norme non sono decise dall’alto, ma sono il frutto di una continua negoziazione tra i diversi interessi privati». Un modello orizzontale e contrattuale che, in parte, «è anche la condizione contemporanea».

MODELLO EBAY. Sul più celebre sito web dedicato al commercio, «c’è un meccanismo complesso basato sulla reputazione del venditore», che, senza il bisogno di leggi, ma soltanto grazie a un punteggio, permette di far «sapere se chi vende è affidabile o meno». Su Ebay la contrattazione normativa «è un processo da pari a pari e entrambi scelgono una corte di cui si fidano, attraverso un processo di negoziazione». Questo modello può valere «anche per la produzione di leggi», senza bisogno di un parlamento. «Nel sistema che descrivo ci sono aziende in concorrenza che forniscono i servizi, anche legislativi».

CRISI ECONOMICA? La crisi economica del 2008 non è stata innescata innanzitutto dalle banche, ma dalle pressioni su di esse da parte del governo Usa che, «con la creazione di due agenzie, Fannei Mae e Freddie Mac», aveva deciso di concedere una casa a ogni cittadino americano, anche se non poteva realmente permettersela.

EVASIONE FISCALE. Il padre di David, Milton Friedman, disse che l’evasione aveva salvato l’Italia «sottraendo ingenti capitali al controllo delle burocrazie statali». Per il figlio David, sicuramente non è la causa della crisi del debito: «trent’anni fa c’era la stessa evasione», ma non c’era la crisi. Il vero problema, non è l’evasione, «ma che ci sia qualche parte dell’economia sotto il controllo dello Stato».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •