Google+

Video e chat a pagamento, YouTube e WhatsApp puntano a incrementare i guadagni

gennaio 30, 2013 Paola D'Antuono

Un canale video solo per gli abbonati e un canone annuo per chattare con gli amici. Due colossi dell’era digitale pensano a come monetizzare. E gli utenti sbuffano

Di Internet e di contenuti a pagamento si parla ormai da tempo. Gli utenti, però, non hanno mai nascosto le loro resistenze. Tempo fa erano state pubblicate indiscrezioni che davano come certa l’introduzione di news a pagamento sul sito di Repubblica e su quello del Corriere entro gennaio 2013. Il mese volge ormai al termine, ma dell’introduzione del cosiddetto paywall non c’è nemmeno l’ombra. Intanto, però, pare proprio che sia arrivata l’ora di monetizzare tutta la quantità di materiale disponibile in Rete. Ci sta pensando anche YouTube, che da tempo ha introdotto i video sponsorizzati a pagamento prima dei contenuti free, ma che adesso potrebbe fare un ulteriore passo in avanti.

VIDEO. Il colosso video di proprietà di Google, infatti, sarebbe pronto a presentare agli utenti un servizio in abbonamento. Una sorta di canale speciale, dedicato agli abbonati, che potranno accedere a contenuti esclusivi versando un contributo mensile che varia da uno a cinque dollari al mese. All’interno di questo canale potrebbero essere presenti anche contenuti in streaming, una formula cui gli internauti non riescono più a rinunciare. YouTube diventerebbe così sempre più un ibrido, a metà tra un canale radio, una tv e un cinema personalizzati e proprio questo potrebbe convincere gli utenti a versare un canone mensile.

MESSAGGI. Ha suscitato indignazione, invece, la notizia dell’introduzione di un sistema di pagamento annuale per WhatsApp, l’applicazione per smartphone che permette di inviare messaggi tra gli utenti gratuitamente. La descrizione dell’ultima versione rilasciata dall’app lo scorso 22 gennaio parla chiaro: «Abbiamo abilitato il sistema Google Play in-app-purchase per estendere il servizio» Che, tradotto in parole povere, vuol dire che per utilizzare il servizio sarà obbligatorio pagare un canone. Il costo è del tutto irrisorio, settantanove centesimi all’anno, e per il momento a pagarlo saranno solo i possessori di smartphone Android, che non hanno per nulla gradito la novità. In molti minacciano di abbandonare l’app, altri propongono una migrazione di massa verso Line e altri servizi di messaggistica per cellulari, ma la verità è che il dado è tratto. WhatsApp è una delle poche applicazioni scaricate in tutti gli smartphone del mondo e convincere milioni di utenti ad abbandonarla è praticamente impossibile. Voi smettereste di ascoltare la vostra radio preferita se vi chiedessero un contributo inferiore a un euro per un anno di programmazione?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana