Google+

Vendola: «Farò una legge per riconoscere il matrimonio e l’adozione per le coppie gay»

gennaio 14, 2013 Redazione

Nichi Vendola a Sky tg24: «Io proporrò una legge che consenta l’adozione alle coppie gay, una legge per il riconoscimento dei matrimoni omosessuali».

Sel proporrà delle leggi che riconoscano i diritti delle coppie omosessuali. Lo ha affermato Nichi Vendola, ospite “dell’Intervista” su Sky tg24. «Il minimo che dobbiamo dare all’Italia in termini di modernità e per uscire dal Medio Evo è dare un riconoscimento alle coppie etero e omosessuali, fare una legge contro la violenza omofoba, sulla quale il silenzio della Chiesa è abbastanza inquietante».

VENDOLA: LEGGE PER I MATRIMONI GAY. Continua l’alleato di Pier Luigi Bersani: «Io proporrò una legge che consenta l’adozione alle coppie gay, una legge per il riconoscimento dei matrimoni omosessuali. Tutto questo, però, appartiene alle prerogative del partito, non è nel programma di governo, ma riguarda l’impegno di Sel in Parlamento e nella società». Ma, assicura ancora il presidente di Sel, non userà questi temi per destabilizzare il patto con il Pd: «Io a Bersani non gli chiederò di fare sempre “più uno”, non lo tirerò per la giacca e non metterò continuamente in fibrillazione il quadro di governo. A me interessa stabilire la direzione di marcia, andare verso un’Italia dei diritti e uscire dalla condizione di arretratezza».

CASINI: NO ALLE ADOZIONI. A stretto giro è arrivato la replica di Pier Ferdinando Casini: «Il fatto che ci siano degli omosessuali all’interno delle liste mi sembra perfettamente compatibile con la rappresentazione della società» ha detto riferendosi alla candidatura del direttore di gay.it Alessio De Giorgi da parte del suo alleato Mario Monti. Poi ha aggiunto: «Dopo di che non cambio idea: la famiglia è quella composta da uomo e donna e quindi sono contrario all’adozione da parte delle coppie gay. Io, da sempre, sono convinto che in Parlamento si debba rispettare la libertà di coscienza. Il presupposto della laicità dello Stato è la libertà».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

16 Commenti

  1. Irene scrive:

    La parola matrimonio deriva dall’unione di mater, madre e munus, dovere. Qui non c’è nè madre nè dovere!

    • albo scrive:

      Le parole come le persone si evolvono…a meno che si voglia restar ancorati all’età della pietra. chiedi a un qualuque glottologo.

    • ErikaT scrive:

      quindi le donne che non possono essere madri non dovrebbero accedere al matrimonio??? No a persone sterili, donne in menopausa ?? e che dire delle persone di 80, 90 0 100 anni???
      vegetariantrav blog

      • Charlie scrive:

        No, perché la loro relazione sessuale, se ancora espletabile, è secondo la natura umana.

        Perché il pisellino dei maschietti e la farfallina delle femminucce sono fatti anatomicamente per congiungersi, anche se non dovessero nascere figli dall’unione.

        Il pisellino non va messo in posti inadatti.

        Per esempio nel popò, perché questo è fatto per un’altro uso, non aromatico ma indispensabile.
        Sempre secondo la natura umana.

        Poi i gusti sono tanti e ciascuno si regola come gli pare e PIACE, soprattutto.

        Le altre scelte praticate di piacere sessuale, non proibite dalla legge, non hanno il diritto di assumere la solenne dignità dell’istituzione matrimoniale, civile o religiosa, perché la natura umana, per come è fatta,
        come spiegato su, gliela nega

        E sempre perché la natura umana non conferisce loro la capacità di riprodurre altri esseri umani che continuino la società.

        Dettaglio non trascurabile.

        Anche sotto il profilo dell’aiuto materiale che la società dovrebbe assicurare a chi la continua nel tempo e non alle forme di piacere sessuale che non generano nuove persone.

        • ErikaT scrive:

          La contraddico immediatamente dicendole che l’ omosessualità è perfettamente naturale. Difatti esiste anche fra gli animali non umani. Viene quindi a cadere la logica del suo discorso.
          vegetariantrav blog

          • Bea scrive:

            Tanto per cominciare ti ricordo che anche Herr Hitler era vegetariano.

          • Charlie scrive:

            Lei non contraddice un bel nulla, perché non sa usare la logica.

            Infatti, oltre all’omosessualità, è anche perfettamente naturale ” fra gli animali non umani ” che un orso infoiato per possedere l’orsa uccida i suoi cuccioli, magari proprio quelli che lui stesso aveva concepito.

            Dobbiamo concludere che questo comportamento sarebbe perfettamente naturale e non criticabile se attuato anche dagli esseri umani ?

            • albo scrive:

              La cotraddizione è tutta dei Charli di turno che tirano in ballo la natura e quando si rendono conto che non gli conviene ne prendono le distanze. L’omosessualità è naturale, mentre il matrimonio no. Il matrimonio è per talune confessioni religiose un sacramento, ma per tutti è convenzionalmente un contratto che determina tutele legali a favore della coppia. Essendo un istituto giuridico umano è soggetto a modificazioni storiche.
              Io non capisco come le gerarchie ecclesiastiche invece di invitare le coppie cattoliche gay a non sposarsi perchè contrario alla dottrina cattolica abbia intrapreso questa guerra ideologica contro i gay che mi ricorda quella contro gli ebrei nei secoli passati (con i risultati che sappiamo).

              • Charlie scrive:

                L’ignoranza è naturale.

                L’istruzione e la cultura no.

                Lei ed ErikaT. siete molto naturali.

  2. spectator scrive:

    Sem conscià propri mal..

  3. Gaetano scrive:

    Da anni, per fortuna, nei luoghi di lavoro sono previsti posti riservati a cittadini portatori di disabilità.
    Un passo di giustizia
    In Italia da qualche tempo è previsto e garantito, giustamente, una significativa presenza del sesso – meglio sarebbe dire del genere – femminile all’interno dei centri di gestione e di rappresentanza dei principali organi dello stato e di varie organizzazioni pubbliche.
    Tale presenza è comunemente nota come “quota rosa”
    Un bel passo in avanti
    Con Vendola, oltre ai matrimoni omosessuali e la relativa adozione di figli dovremo aspettarci una “quota gay ” ?
    Un bel passo nella mer..

    • albo scrive:

      Caro Gaetano se vivessimo in un Paese civile disabili, donne e gay non dovrebberoaver bisogno di “quote”, ma 2000 anni di cristianesimo evidentemente non sono bastati a fare degli italianio delle persone civili.

      • Charlie scrive:

        E sì, siamo proprio in ritardo con la civiltà, noi cattolici, perché non siamo d’accordo con la loro pretesa di parificare le unioni gay con le unioni matrimoniali tradizionali.

        E poi proibiamo le loro manifestazioni.
        Inoltre impediamo loro di avere rapporti sessuali.
        E infine li seviziamo con sadismo, dopo che le guardie svizzere li han messi in prigione, in celle separate, ovviamente, o con gente dell’altro sesso.

        Meglio tanti Paesi musulmani, dove non li fanno soffrire così a lungo, ma li impiccano subito.
        Lì sono proprio civili, un colpo e via !

        Non come noi, biechi, ottusi, ostinati, incivili nazi-clerical-papalin-fascisti !

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

Il marchio Seat ha la sportività incisa in modo indelebile nel proprio DNA. Un’inclinazione caratteriale impossibile da nascondere persino quando a Martorell hanno a che fare con una SUV. Ecco allora che la Ateca, la prima sport utility della storia della Casa spagnola, beneficia della versione FR (Formula Racing), sinora riservata alle “cugine” Ibiza e […]

L'articolo Seat Ateca FR: il SUV ha un’anima sportiva proviene da RED Live.

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana